Italia: tre novità contro Bosnia e Armenia

Roberto Mancini ha convocato 29 giocatori per le ultime due sfide degli Azzurri nelle Qualificazioni Europee, contro Bosnia-Erzegovina e Armenia: prima chiamata per Cistana, Castrovilli e Orsolini.

©Getty Images

Il pass per le fasi finali di UEFA EURO 2012 è arrivato con tre gare di anticipo e in vista degli ultimi due impegni dell'Italia nelle Qualificazioni Europee il Ct Roberto Mancini ha convocato 29 giocatori, di cui tre alla prima chiamata in azzurro.

L'Italia sfiderà la Bosnia Erzegovina (venerdì 15 novembre a Zenica) e l’Armenia (lunedì 18 novembre a Palermo), già certa del primo posto finale nel Gruppo J e con il solo obiettivo, ai meri fini statistici, di chiudere il girone a punteggio pieno.

Per l'occasione, Mancini ha inserito per la prima volta tra i convocati il difensore del Brescia Andrea Cistana, il centrocampista della Fiorentina Gaetano Castrovilli e l’attaccante del Bologna Riccardo Orsolini. Tornano in nazionale anche il centrocampista dell’Udinese Rolando Mandragora e l’attaccante del Sassuolo Domenico Berardi, assenti rispettivamente da giugno e da novembre 2018.

I convocati dell'Italia

Portieri: Gianluigi Donnarumma (Milan), Pierluigi Gollini (Atalanta), Alex Meret (Napoli), Salvatore Sirigu (Torino);

Difensori: Francesco Acerbi (Lazio), Cristiano Biraghi (Inter), Leonardo Bonucci (Juventus), Andrea Cistana (Brescia), Giovanni Di Lorenzo (Napoli), Emerson Palmieri (Chelsea), Alessandro Florenzi (Roma), Armando Izzo (Torino), Gianluca Mancini (Roma), Alessio Romagnoli (Milan), Leonardo Spinazzola (Roma);

Centrocampisti: Nicolò Barella (Inter), Gaetano Castrovilli (Fiorentina), Frello Filho Jorge Luiz Jorginho (Chelsea), Rolando Mandragora (Udinese), Marco Verratti (Paris Saint Germain). Nicolò Zaniolo (Roma);

Attaccanti: Andrea Belotti (Torino), Domenico Berardi (Sassuolo), Federico Bernardeschi (Juventus), Federico Chiesa (Fiorentina), Stephan El Shaarawy (Shanghai Shenua), Ciro Immobile (Lazio), Lorenzo Insigne (Napoli), Riccardo Orsolini (Bologna).

In alto