I magnifici otto di EURO

Otto membri della nazionale spagnola hanno tagliato un traguardo solo sfiorato da grandi campioni del passato come Lev Yashin, Franz Beckenbauer e Jürgen Klinsmann, trionfando due volte di fila a EURO.

Iker Casillas ha capitanato per due volte la Spagna al trionfo a EURO
Iker Casillas ha capitanato per due volte la Spagna al trionfo a EURO ©Getty Images

Nove calciatori che hanno contribuito al terzo successo consecutivo della Spagna in un grande torneo internazionale sono diventati anche i primi in assoluto a giocare e vincere due finali consecutive dei Campionati Europei UEFA.

Iker Casillas, Sergio Ramos, Andrés Iniesta, Xavi Hernández, Cesc Fàbregas, David Silva, Xabi Alonso e Fernando Torres erano tutti in campo nella vittoriosa finale di Vienna contro la Germania a UEFA EURO 2008. Gli stessi protagonisti erano in campo a Kiev nel successo per 2-0 contro l'Italia, con Casillas che ha sollevato il trofeo per la seconda volta. Santi Cazorla era entrato in campo nella finale del 2008, ma non ha preso parte alla sfida nella capitale ucraina.

Tredici calciatori prima di loro avevano giocato due finali, a partire da Valentin Ivanov, Viktor Ponedelnik e Lev Yashin, vincitori del titolo continentale con l'Unione Sovietica nella prima edizione del torneo nel 1960 e vice campioni quattro anni più tardi.

Per la Germania Ovest, Franz Beckenbauer, Uli Hoeness, Sepp Maier, Hans-Georg Schwarzenbeck e Herbert Wimmer hanno sfiorato il doppio successo avendo battuto l'Unione Sovietica nel 1972 e perso ai calci di rigore contro la Cecoslovacchia quattro anni più tardi.

Anche Bernard Dietz era in campo nella finale del 1976 con la Germania Ovest, ma ha dovuto attendere quattro anni per sollevare il trofeo, battendo il Belgio nella finale di Roma. Rainer Bonhof, invece, disputò la finale del 1976 ma rimase in panchina nel 1972 e nel 1980 e prima di stasera era l'unico giocatore ad aver vinto il trofeo due volte.

La Germania, nel frattempo riunificata, torna in finale nel 1992 e viene sconfitta 2-0 dalla Danimarca. Quattro anni più tardi, i tedeschi battono la Repubblica Ceca e conquistano il titolo per la terza volta, un record. Thomas Hässler, Thomas Helmer, Jürgen Klinsmann e Matthias Sammer hanno giocato entrambe le finali.

Contenuti attinenti