Bello vederti qui: i derby d'Europa

In attesa della decima sfida in competizioni UEFA tra Atlético e Real Madrid nella Supercoppa UEFA, UEFA.com passa in rassegna altri derby europei che hanno lasciato il segno.

©Getty Images

Real Madrid 2-1 Atlético Madrid 
Atlético Madrid 1-0 Real Madrid 
(agg: 2-2, Real Madrid vince il replay 2-1)
Semifinale Coppa dei Campioni 1958/59
Quando manca ancora qualche anno all'introduzione della regola dei gol segnati in trasferta, il 2-2 complessivo determina uno spareggio tra i due club madrileni, che si gioca a Saragozza. Il Real Madrid colpisce per primo. Un cross di Paco Gento è girato in rete da Alfredo Di Stéfano al 16'. Enrique Collar pareggia per i rojiblancos due minuti più tardi.

Poco prima dell'intervallo, un errore difensivo consente a Ferenc Puskás di insaccare con il piede meno usato, il destro, e di qualificare i futuri campioni alla finale di Stoccarda. "Ci sono stati errori clamorosi – ha dichiarato a fine partite il tecnico argentino del Real Madrid, Luis Antonio Carniglia -. Per noi è stato decisivo mantenere lo stesso ritmo per tutta la gara”.

Anche l'FC Barcelona ha affrontato i rivali cittadini dell'RCD Espanyol, successo per 1-0 sia all'andata che al ritorno, nei quarti di finale della Coppa delle Fiere 1965/66, precursore (non riconosciuto dalla UEFA) della Coppa UEFA e della UEFA Europa League.

AC Milan 0-0 Internazionale Milano
Internazionale Milano 1-1 AC Milan 
(agg: 1-1, Milan vince per i gol in trasferta)

Quarti di finale UEFA Champions League 2004/05
La leggenda del Milan Paolo Maldini ha disputato la cifra record di 56 derby contro l'Inter. Tra questi, quello della semifinale 2002/03 è stato il più teso. "Un mix folle di stress e emozioni. In palio c'era la finale di Champions League e si è deciso tutto in sei giorni. Non ricordo un'altra sfida con quelle emozioni”.

Dopo un pareggio senza reti 'in casa' all'andata, il Milan passa al ritorno con Andriy Shevchenko. Obafemi Martins pareggia per l'Inter a sette minuti dalla fine e Christian Abbiati tiene vivo il Milan con una parata d'istinto su Mohamed Kallon, permettendo ai rossoneri di trionfare ai calci di rigore.

Il Milan batterà la Juvenuts ai calci di rigore in finale e avrà ragione di nuovo dell'Inter nei quarti di finale due anni più tardi, con la gara di ritorno sospesa, purtroppo, per incidenti sugli spalti.

Chelsea 1-1 Arsenal
Arsenal 1-2 Chelsea (agg: 2-3)

Quarti di finale UEA Champions League 2003/04
Il pareggio per 1-1 a Stamford Bridge aveva confermato la tradizione negativa del tecnico del Chelsea contro Arsène Wenger, mai battuto nelle tre precedenti occasioni in quella stagione, allungando la striscia di confronti senza vittorie dei Blues contro i Gunners a 17 partite.

In svantaggio al ritorno a Highbury, la squadra di Ranieri pareggia a inizio ripresa con Frank Lampard prima di ottenere la vittoria con un tiro mancino di Wayne Bridge. “Ero pazzo di gioia – spiega il tecnico descrivendo le emozioni provate al fischio finale -. Ero molto più che felice. Ho avuto 30 secondi di delirio”.

Rapid Bucureşti 1-1 Steaua Bucureşti 
Rapid Bucureşti 0-0 Steaua Bucureşti  (
agg: 1-1, Steaua vince per i gol in trasferta)
Quarti di finale Coppa UEFA 2005/06
Insieme all'FC Dinamo Bucureşti, Steaua e Rapid sono ancora note come 'le  UEFAntastiche' per le imprese ottenute nella Coppa UEFA 2005/06. Tutte e tre le squadre erano impegnate nella fase a gironi, ma mentre la Dinamo si ferma lì, le altre due squadre di Bucarest avanzano fino a disputare un memorabile quarto di finale, in quella che resta l'unica sfida tra squadre rumene in Europa.

Werder Bremen 0-1 Hamburg 
Hamburg 2-3 Werder Bremen (agg: 3-3, Werder vince per i gol in trasferta)

Semifinale Coppa UEFA 2008/09

L'Amburgo si era imposto 1-0 in trasferta nell'andata del sentito derby della Germania settentrionale, ed era ancora in corsa per la qualificazione a dieci minuti dalla fine nonostante lo svantaggio per 2-1.

Poi, il destino ci mette lo zampino: il difensore centrale dell'Amburgo Michael Gravgaard colpisce male un pallone dopo che rotolato su una pallina di carta usata dai tifosi dell'Amburgo per la coreografia sugli spalti, e concede un corner, da cui il Werder segna il terzo gol. Il direttore generale Klaus Allofs afferra la palla di carta al fischio finale e dichiara: “Questa viene con me al museo del Werder Bremen, dove occuperà un posto speciale”.

Sevilla 0-2 Real Betis 
Real Betis 0-2 Sevilla 
(aet, agg: 2-2, Sevilla vince 4-3 ai rigori)
Semifinali Coppa UEFA 2008/09
"Nessun artista di Hollywood avrebbe potuto scrivere un copione migliore", dichiarava il capitano Ivan Rakitić dopo che il Siviglia era riuscito a recuperare la sconfitta casalinga per 2-0, pareggiando i conti nella gara di ritorno e vincendo infine ai calci di rigore. Il Siviglia sembrava destinato a qualificarsi dopo i gol di Léo Baptistão e Salvador Sevilla all'andata, ma Antonio Reyes e Carlos Bacca rispondevano al ritorno.

Antonio Adán salvava più volte la sua squadra con parate fantastiche, ma il Betis salutava mestamente la competizione dopo l'errore dal dischetto di Nono. "La festa [negli spogliatoi] mi auguro non finisca lì - dichiarava Rakitić - I ragazzi faranno una breve doccia poi proseguiremo". 

Atlético Madrid 0-0 Real Madrid
Real Madrid 1-0 Atlético Madrid (agg: 1-0)
Finale di UEFA Champions League 2013/14
"Nella vita e nel calcio, un giorno hai tutto e quello dopo non hai niente”, commenta Diego Simeone dopo una vittoria mancata di un soffio. A Lisbona, Diego Godín apre le marcature al 36’ e sembra regalare il trionfo all'Atlético, ma Sergio Ramos pareggia in pieno recupero. Il gol del difensore madridista apre la strada alla vittoria del Real, che dilaga ai supplementari con Gareth Bale, Marcelo e Cristiano Ronaldo.

Atlético Madrid 0-0 Real Madrid
Real Madrid 1-0 Atlético Madrid (agg: 1-0)
Semifinali di UEFA Champions League 2014/15
Un gol di Javier Hernández all’88’ della gara di ritorno affonda nuovamente l’Atlético. "Ogni partita è un esame - conclude Carlo Ancelotti -. Questo lo abbiamo superato”. Non sarà così per quello dopo, con la sconfitta in semifinale contro la Juventus (allenata dal tecnico emiliano dal 1999 al 2001).

Liverpool 2-0 Manchester United
Manchester United 1-1 Liverpool (agg: 1-3)

Ottavi di finale UEFA Europa League 2015/16
"Siamo entusiasti – è stata una grande serata del Liverpool", ha dichiarato l'allenatore Jürgen Klopp dopo il successo casalingo per 2-0 dei Reds contro lo United, considerato allora la migliore prestazione del Liverpool sotto la sua guida. Il rigore di Daniel Sturridge e la rete di Roberto Firmino indirizzano la sfida nella gara d'andata, mentre il gol di Philippe Coutinho mette al sicuro la qualificazione dei Reds dopo il gol su rigore di Anthony Martial per i Red Devils.

Real Madrid 1-1 Atlético Madrid (dts, Real Madrid vince 5-3 ai rigoris)
Finale 2015/16 di UEFA Champions League
Dopo aver segnato il fondamentale gol del pareggio nella finale del 2014, Sergio Ramos porta in vantaggio il Real Madrid a Milano, ma Yannick Carrasco pareggia per l’Atlético. Al 47’, i colchoneros hanno addirittura la possibilità di andare in vantaggio su rigore, ma Antoine Griezmann colpisce la traversa interna. Dopo i tiri dal dischetto, a festeggiare è Zinédine Zidane, mentre Simeone rimane ancora una volta a mani vuote e commenta: "Una sconfitta così ti fa invecchiare di anni”.

In alto