Pernille Harder vince il premio Calciatrice dell'Anno UEFA

Pernille Harder è stata nominata Calciatrice dell’Anno UEFA per il 2019/20.

Pernille Harder: Calciatrice dell'Anno UEFA 2019/20
Pernille Harder: Calciatrice dell'Anno UEFA 2019/20

Pernille Harder ha vinto il premio di Calciatrice dell’Anno UEFA per il 2019/20, diventando così la prima a vincere il premio per due volte.

Harder, che il mese scorso è passata dal Wolfsburg al Chelsea, ha preceduto nelle votazioni di giornalisti e allenatori, Wendie Renard e Lucy Bronze.

La 27enne attaccante danese è stata anche nominata Attaccante della Stagione di UEFA Women's Champions League nell’edizione inaugurale dei premi per ruolo della competizione.

La top ten

1 Pernille Harder (Wolfsburg, oggi al Chelsea) – 92 punti
2 Wendie Renard (Lione) – 81 punti
3 Lucy Bronze (Lione, oggi al Manchester City) – 28 punti
4 Vivianne Miedema (Arsenal) – 26 punti
5 Delphine Cascarino (Lione) – 24 punti
6 Eugénie Le Sommer (Lione) – 13 punti
7 Ada Hegerberg (Lione) – 11 punti
= Amel Majri (Lione) – 11 punti
9 Marie-Antoinette Katoto (Paris Saint-Germain) – 8 punti
10 Dzsenifer Marozsán (Lione) – 7 punti

Perché Harder ha vinto il premio?

Come successo nel 2017/18 quando ha vinto per la prima volta il premio, il Wolfsburg di Harder ha perso la finale di UEFA Women’s Champions League col Lione ma l’attaccante danese si è imposta ancora una volta come la più completa attaccante d’Europa. In una stagione in cui il Wolfsburg ha vinto ancora una volta le due competizioni di Germania, la danese ha segnato 38 gol in 33 partite, mettendone a segno altre cinque con la Danimarca.

In Frauen-Bundesliga, Harder ha segnato 27 gol – mai così tanti da Inka Grings nel 2009/10 – e, grazie alle quattro reti nei quarti di finale contro il Glasgow City, ne ha messi a segno nove in UEFA Women's Champions League, uno in più di quando nel 2018/19 ha vinto la classifica marcatrici del torneo. Non molto dopo la fase finale, Harder ha lasciato il Wolfsburg per trasferirsi in un’altra big: il Chelsea.

Posizione nel premio negli anni passati: 6 (2019), 1 (2018), 2 (2017)

Albo d'oro

2019/20 ─ Pernille Harder (Wolfsburg e Danimarca)
2018/19 ─ Lucy Bronze (Lione e Inghilterra)
2017/18 ─ Pernille Harder (Wolfsburg e Danimarca)
2016/17 ─ Lieke Martens (Rosengård e Olanda)
2015/16 ─ Ada Hegerberg (Lione e Norvegia)
2014/15─ Célia Šašić (FFC Frankfurt e Germania)
2013/14 ─ Nadine Kessler (Wolfsburg e Germania)
2012/13 ─ Nadine Angerer (FFC Frankfurt e Germania)

Come è stato assegnato il premio

Il riconoscimento di Calciatrice dell’Anno UEFA premia le migliori calciatrici, indipendentemente dalla nazionalità, che hanno giocato nel corso della passata stagione per un club che milita in una federazione UEFA. Le giocatrici sono state giudicate in base alle prestazioni con club e nazionale in tutte le competizioni.

La giuria è stata composta dagli allenatori degli otto club che hanno preso parte al torneo finale della UEFA Women's Champions League 2019/20 e da 20 giornalisti specializzati in calcio femminile scelti dal gruppo ESM. I giurati hanno scelto tre calciatrici alle quali hanno assegnato cinque punti alla prima, tre alla seconda e uno alla terza.

Gli altri vincitori dei premi

Allenatore dell’Anno per il calcio femminile: Jean-Luc Vasseur (Lione)
Portiere della Stagione di UEFA Women's Champions League: Sarah Bouhaddi (Lione)
Difensore della Stagione di UEFA Women's Champions League: Wendie Renard (Lione)
Centrocampista della Stagione di UEFA Women's Champions League: Dzsenifer Marozsán (Lione)
Attaccante della Stagione di UEFA Women's Champions League: Pernille Harder (Wolfsburg)