Si torna a giocare: la UEFA si sta preparando per un ritorno alle sue competizioni d'elite nella massima sicurezza.

Maggiori informazioni >

Müller e Goessling faticano a crederci

Martina Müller, a segno dal dischetto, e Lena Goessling, migliore in campo, raccontano a UEFA.com il sorprendente successo del Wolfsburg contro il Lione. "Adesso possiamo davvero festeggiare".

La gioia di Martina Müller (a sinistra)
La gioia di Martina Müller (a sinistra) ©Sportsfile

Martina Müller
Al momento sembra un sogno. E’ andato tutto così veloce in questi giorni, i trofei si sono susseguiti, ma penso che stasera possiamo finalmente festeggiare davvero. Solo nei prossimi giorni lo assimileremo.

Sapevamo di affrontare una grande squadra, e lo si è visto durante la partita. Dovevamo sfruttare le nostre occasioni, e alla fine ci siamo riuscite con quel rigore. L’importante, però, era vincere la Champions League.

Sapevamo che non era facile annullarle, ma il nostro tecnico ci aveva preparato benissimo per certe situazioni. Adesso festeggiamo. Non so dove, ci porteranno da qualche parte, e spero che sarà tutto bello. Ci saranno anche famiglie e amici che ci hanno seguito.

Lena Goessling, migliore in campo
Non credo ci siano parole per descrivere tutto questo. E’ incredibile, abbiamo vinto tre trofei. Sono rimasta a bocca aperta, non riesco a parlare.

E’ stata una grande prestazione di squadra. Sapevamo di affrontare una squadra che ci avrebbe attaccato, ma eravamo pronte sul piano tattico. Abbiamo sofferto molto per una quindicina di minuti, ma in contropiede eravamo pericolose. E alla fine ha funzionato.

Il premio di migliore in campo è speciale, ma non l’avrei mai vinto senza il resto della squadra. Dovevamo tenere il Lione il più lontano possibile dalla nostra area. Lina Magull ci ha aiutato molto, tenendo bene il pallone davanti e facendoci guadagnare minuti preziosi. 

In alto