UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Il Lione rimpiange i troppi errori

"Abbiamo sbagliato troppe occasioni e in una finale europea non te lo puoi permettere", ha dichiarato a UEFA.com Élodie Thomis dopo la sconfitta dell'Olympique Lyonnais. Della stessa opinione la compagna Amandine Henry.

Lotta Schelin e Louisa Necib deluse
Lotta Schelin e Louisa Necib deluse ©AFP/Getty Images

Élodie Thomis, attaccante
[La delusione è grande] soprattutto perché abbiamo creato tante occasioni e non le abbiamo capitalizzate. E contro una buona squadra abile in fase difensiva e in contropiede, ci è costato caro. Purtroppo abbiamo commesso un errore in difesa che ha portato al calcio di rigore. E’ stato poi difficile riprendere la gara, non c'era abbastanza tempo. Abbiamo moltissimi rimpianti. Ma il Wolfsburg se lo è meritato, sono una buona squadra ricca di giocatrici di talento. E’ stata una bella partita stasera.

Eravamo i campioni in carica, e sapevamo che avrebbero dato il 200%. Quando affronti giocatrici di talento che danno il 200%, diventa un po' difficile. Ripensando nel complesso alla gara, credo che avremmo potuto anche vincere. Abbiamo sbagliato troppe occasioni, e in una finale europea non te lo puoi permettere.

Noi continueremo a lavorare duramente. Le ragazze hanno rinnovato i loro contratti. Abbiamo perso stasera e siamo deluse, ma c’è ancora una partita domenica, abbiamo la finale di Coppa di Francia da giocare, e abbiamo bisogno di concentrarci su quell’obiettivo. Ecco come vanno le cose: a volte si può perdere, e bisogna accettarlo.

Amandine Henry, centrocampista
Tutti ci davano per favorite, ma è stata una trappola e ci siamo inciampati. Penso che sia mancata incisività sotto porta oltre a giocare contro una squadra molto forte come il Wolfsburg. [Siamo] molto deluse. Volevamo vincere questo trofeo, pensavamo potesse essere nostro. Per tutta la stagione abbiamo pensato a questa finale. Come si dice nel calcio, dominare non significa vincere. Ci è mancata freddezza sotto porta, e lo abbiamo pagato.