UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Il viaggio speciale di Marciniak

Da focoso mediano del calcio polacco a promettente arbitro sul palcoscenico europeo, Szymon Marciniak ci racconta il suo viaggio fino alla finale dei Campionati Europei UEFA Under 21.

E' stata una stagione memorabile per Szymon Marciniak
E' stata una stagione memorabile per Szymon Marciniak ©Getty Images

Szymon Marciniak è stato un impetuoso centrocampista del Wisla Plock, club della massima serie polacca, e, secondo le parole dello stesso direttore di gara, "un giocatore difficile da arbitrare".  

I tempi sono certamente cambiati per il 34enne, che martedì avrà l'onore di dirigere la finale EURO U21 tra Svezia e Portogallo.

Un traguardo che rappresenta l'ennesimo step nel percorso di crescita di Marciniak, che ha arbitrato la finale di Coppa polacca nel 2014 prima di calcare il palcoscenico della UEFA Champions League nella stagione appena trascorsa. Marciniak ha incontrato UEFA.com raccontando la sua trasformazione da giocatore "folle" a promettente arbitro.

UEFA.com: Sotto quali punti di vista ti aiuta essere stato un calciatore?

Szymon Marciniak: Essere stato calciatore non c'è dubbio che aiuta. Ero un leader, giocavo a metà campo ed ero un giocatore pazzo se devo essere onesto. Se molti anni fa mi avessero domandato se volessi diventare un arbitro, avrei risposto: "Assolutamente no". Ero un giocatore difficile da arbitrare. Ma questo mi rende ora le cose più facili oira sul campo e nel rapporto con i giocatori più focosi perchè anche io ero fatto allo stesso modo. Mi aiuta a capire cosa fare o non fare in alcune situazioni.

Behind the scenes with a referee
Behind the scenes with a referee

UEFA.com: Come sei diventato un arbitro?

Marciniak: Ho iniziato ad arbitrare nel 2002. All'inizio ero ancora un giocatore, in quarta divisione, ma sapevo che sarebbe stato difficile ottenere successo come giocatore. Sono stato promosso molto rapidamente, molti direttori di gara si erano ritirati e avevano bisogno di fischietti giovani. E' stata un'imperdibile occasione per me.  

UEFA.com: Quali sono stati i tuoi primi passi come arbitro internazionale?

Marciniak: La mia carriera è iniziata con il programma UEFA CORE [Centro di Eccellenza Arbitrale]. Un arbitro polacco mi avevo invitato, fortunatamente sono andato. Questa è stata una delle cose più importanti per me, lavorare con David Elleray. E' stato la persona più importante per la mia carriera finora, sono ancora in contatto con lui. Quando ho iniziato con Core pensavo di poter arbitrare ma partecipare alle competizioni UEFA è un mondo totalmente diverso.  

UEFA.com: Hai iniziato la stagione calcando il palcoscenico della UEFA Champions League e la stai chiudendo con la finale dell'Europeo. Come valuti questi tuoi progressi?

Marciniak: Quando tanti anni fa ho detto che avrei arbitrato la finale Coppa del Mondo, molti arbitri si sono messi a ridere ma lo scorso anno ho debuttato in Champions League nella partita Juventus-Malmö. La gente ha detto: "Forse non stava scherzando". Quest'anno è stato fantastico, la partita in Champions League non la scorderò mai. Un'incredibile esperienza. E ora la finale U21, un altro grande passo. Questo è un anno molto importante ma l'anno prossimo ci sarà un altro torneo fantastico. Ogni arbitro sogna di andare a EURO 2016 in Francia e questo è un mio obiettivo. 

UEFA.com: Com'è stata la tua esperienza all'Europeo U21?

Marciniak: Queste gare internazionali hanno qualcosa di speciale. Ci danno maggiore esperienza. Finora è andato tutto bene, nessuno ha parlato di arbitri e questa è una cosa positiva. Non ho avuto difficoltà, mi sono divertito. 

UEFA.com: Come ti senti ad essere stato scelto per questa partita?

Marciniak: Sono orgoglioso di me stesso e della mia squadra. Ci supportiamo vicendevolmente, questo è un aspetto che devo assolutamente sottolineare.  

UEFA.com: Non ci sono molti arbitri che hanno diretto la sfida inaugurale e la finale, non è così?

Marciniak: Conosco un arbitro a cui è accaduto. E' stato Paweł Raczkowski che è il nostro primo arbitro supplementare qui e che ha diretto la scorso mese le partite dell'Under 17. Ha arbitrato la gara inaugurale e chiuso il torneo.