UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Esgaio pronto per la sfida con la Germania

Il terzino destro del Portogallo Ricardo Esgaio scherza, dicendo che potrebbe radersi la testa se la sua squadra dovesse vincere EURO U21, ma per ora è concentrato sulla dura sfida che li attende nella semifinale di Olomuc.

Esgaio pronto per la sfida con la Germania
Esgaio pronto per la sfida con la Germania ©AFP/Getty Images

Scherzando sul campo d'allenamento giovedì, alcuni giocatori del Portogallo hanno scommesso di radersi la testa per celebrare l'eventuale vittoria del Campionato Europeo Under 21 della propria squadra.

Il terzino destro Ricardo Esgaio potrebbe essere tra questi, ma per il momento è totalmente concentrato sulla sfida in semifinale contro la "potente" Germania. Il pareggio per 1-1 contro la Svezia nell'ultima gara del Gruppo B è bastato al Portogallo per finire primo nel girone, qualificarsi alle semifinali e conquistare un posto ai Giochi Olimpici del 2016, ma per Esgaio il lavoro non è ancora finito.

"Abbiamo festeggiato in modo molto tranquillo, perchè non c'è tempo per queste cose - ha dichiarato -. Abbiamo un'altra partita tra due giorni, per cui è essenziale essere al meglio, lavorando duramente. Abbiamo visto le gare della Germania e sappiamo che sono una squadra molto solida, ma per noi l'importante è recuperare la nostra condizione fisica".

La fatica potrebbe giocare un ruolo importante nella prima semifinale di sabato a Olomuc, anche se per Esgaio la Germania non è favorita per aver avuto a disposizione un giorno di recupero in più. "I nostri avversari si sono riposati un giorno in più rispetto a noi, ma hanno anche un lungo viaggio ancora da affrontare - ha dichiarato il giocatore che ha trascorso la seconda parte del 2014/15 in prestito all'Académica de Coimbra dallo Sporting CP -. Dobbiamo solo recuperare bene per essere nella migliore condizione possibile".

Portugallo - Germania del 2004
Portugallo - Germania del 2004

Riguardo a Tozé, entrato nel finale nella seconda sfida contro l'Italia, il successo ottenuto finora dalla squadra è dovuto a una speciale sensazione in campo. "La chiave di tutti questi risultati è il fatto che siamo una famiglia - ha detto il playmaker dell'Estoril -. I giocatori che scendono in campo sanno di avere il supporto di tutti. Non importa se giochi o sei in panchina: tutti lottiamo per il Portogallo".

L'allenatore Rui Jorge ha sempre sostenuto che assicurarsi un posto ai Giochi Olimpici del prossimo anno era l'obiettivo principale del torneo, ma, ora che la missione é compiuta, giocatori e tecnico possono iniziare a pensare a qualcosa di più.

"Il nostro sogno è quello di alzare al cielo il trofeo, chiudere con una vittoria il nostro percorso nel settore giovanile sarebbe la ciliegina sulla torta. Ma per ora pensiamo solo a battere la Germania", ha detto Esgaio.

Se dovessero riuscirci, sarebbero a un solo passo dal trofeo - e da un nuovo look radicale. "Ho scommesso con Ricardo Esgaio e Tiago Ilori che ci raderemo la testa se diventeremo campioni d'Europa", ha spiegato Tozé, che certamente non dovrebbe far fatica a trovare qualche barbiere di Lisbona disposto a farlo gratis.