Strandberg sogna con la Norvegia

Soddisfazione e orgoglio regnano tra i giocatori della Norvegia dopo il pareggio contro l'Italia che ha regalato agli scandinavi il passaggio del turno. Stefan Strandberg avverte: "Se siamo al meglio possiamo battere chiunque".

Strandberg sogna con la Norvegia
Strandberg sogna con la Norvegia ©Sportsfile

Stefan Strandberg, difensore Norvegia
Penso sia stato un risultato giusto, l'1-0  sarebbe stato un risultato un pò bugiardo. L'Italia ha creato tante occasioni ed è stata la squadra migliore. Subire un gol alla fine come questo, è sempre frustrante, ma a volte si capita, in altre occasioni no. Abbiamo segnato un gol contro Israele nel finale che era stato più importante di questo. E’ un grande risultato per la Norvegia [raggiungere le semifinali]. L'Italia è un paese di 58,6 milioni di persone, noi invece siamo quattro o cinque milioni. E' senza dubbio un grande traguardo per noi.

Abbiamo tanti giovani giocatori veramente bravi come avete visto questa stasera [nove i cambiamenti rispetto l’ultima gara]. Siamo contenti di essere arrivati in semifinale dove affronteremo l'Olanda o la Spagna. Sarà certamente una partita difficile ma se sarà per noi una giornata positiva potremo fare anche risultato. 

[Sul rigore] Io sono il capitano e devo dare il buon esempio ed ero certo che avrei segnato.

Arild Østbø, portiere Norvegia
[Sulla prima presenza nelle fasi finali] E’ stato bello, è andato tutto bene fino all’ultimo minuto. E’ una grande esperienza che porterò con me. Penso di aver disputato una buona gara fino all’ultimo minuto ma questa è la dura realtà del portiere. Devo guardare avanti e pensare a ciò di buono che ho fatto oggi

Vegar Hedenstad, difensore Norvegia
Sono orgoglioso del mio paese. Essere in semifinale con la mia squadra, con questi ragazzi mi rende particolarmente orgoglioso. C’è un pò il rammarico di non avere vinto, ma allo stesso tempo soddisfazione per essere arrivati in semifinale. E’ sempre bello giocare contro giocatori di alto livello e spero che riusciremo a battere Spagna o Olanda, ma vedremo perché sono davvero due grandi squadre.