UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

"Prestazione e personalità", Lopetegui sorride

Julen Lopetegui elogia la Spagna per "prestazione e personalità" dopo il successo contro l'Italia, il cui Ct Devis Mangia spiega: "Orgoglioso di questa squadra, ci vogliamo tutti bene".

"Prestazione e personalità", Lopetegui sorride
"Prestazione e personalità", Lopetegui sorride ©UEFA.com

Julen Lopetegui, Ct Spagna
E’ sempre molto difficile vincere. Eravamo molto felici due anni fa e lo siamo anche adesso, non solo per la vittoria ma anche per prestazione e personalità mostrata. Siamo molto orgogliosi. Credo che la cosa più importante sia stata la fiducia dei giocatori nella squadra. Hanno qualità ma quando non credi nella squadra diventa difficile. E’ importante che lavorino duramente, restino forti e abbiano fiducia nella squadra. Ogni giocatore ha la sua personalità ma per vincere titoli bisogni che si resti sempre uniti.

Quando si vince si deve festeggiare. Il torneo è stato molto difficile quindi adesso siamo molto felici. Anche oggi è stata dura. Adesso dobbiamo festeggiare perché al futuro penseremo domani.

Abbiamo uno stile di gioco e crediamo in quello stile, lavoriamo su quello stile. Abbiamo ottimi giocatori che credono in questo modo di giocare, anche se sappiamo che non è perfetto – nel calcio non esiste la perfezione – quindi continuiamo a lavorarci. Ma sì, abbiamo ottimi giocatori … senza grandi giocatori è impossibile.

Quando c’è un rigore, [Isco e Thiago Alcántara] sono le nostre due opzioni, e sono liberi di decidere. Il calcio sul campo appartiene ai giocatori. Tutta la squadra pensa a [l’infortunato Sergio] Canales e questo trionfo è anche per lui.

Devis Mangia, Ct Italia
Sono molto orgoglioso di allenare questa squadra. Fino al fischio finale la mia squadra ci ha provato. Ieri ho cercato di stemperare un po’ l’importanza della partita, ma la tensione saliva e non è un aspetto positivo. Prima della partita pensavamo di potercela fare. Credo che l’unico neo dei miei giocatori – non è colpa loro – è la mancanza di esperienza. In partite come questa c’è bisogno di esperienza e i miei ragazzi ne hanno meno rispetto a quelli della Spagna.

Sono orgoglioso per quanto fatto falla squadra e ringrazio la FIGC per avermi dato l’opportunità  di lavorare con questi ragazzi. Che posso dire? Sono orgoglioso di questa squadra, ci vogliamo tutti bene.

Durante la partita vedevo ottimi giocatori dovunque mi girassi. Mi congratulo con la Federcalcio spagnola,con Julen e tutta la squadra per l’ottimo lavoro svolto. Ci aspettavamo una partita simile contro la Spagna. Ci siamo preparati bene, ma alla fine alcuni dettagli hanno fatto la differenza. Ci sono state due o tre situazioni che hanno influito sull’esito della partita.

Forse un’altra volta faremo meglio anche se so che sarà difficile ripetere quanto fatto da questa squadra. Adesso abbiamo bisogno di due o tre giorni per rifletterci e poi faremo le nostre valutazioni.