UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Doolin sogna lo sgambetto alla Spagna

Il Ct della Repubblica d'Irlanda è pieno di elogi per gli avversari della semifinale ma non si sente battuto in partenza: "Volevamo una sfida del genere".

Il Ct irlandese Paul Doolin
Il Ct irlandese Paul Doolin ©Sportsfile

Il Ct della Repubblica d'Irlanda, Paul Doolin, descrive la Spagna come "una fantastica nazione calcistica" ma, in vista della semifinale, il 48enne Ct è sicuro che i suoi ragazzi "sono pronti per la sfida".

La sua squadra ha chiuso il Gruppo A al secondo posto alle spalle della Repubblica ceca e vuole continuare a sorprendere venerdì a Chiajna: "La Spagna è campione d'Europa, campione del mondo, campione a livello di Under 21 e adesso è in semifinale a livello di Under 19. Non c'è da aggiungere molto - ha detto Doolin Puoi essere un allenatore o un giocatore, ma cerchi sempre una grande sfida e questa è la migliore che ci potesse capitare".

"L'opportunità di poter affrontare la Spagna è stata una grande motivazione per noi prima dell'ultima partita del girone contro la Romania. Adesso siamo pronti".

Il difensore Matthew Doherty è squalificato ma Doolin non perde la fiducia. "Ci annoiavamo un po' all'hotel e così abbiamo visto la prima partita della Spagna contro il Belgio [ 4-1 ndr] - ha spiegato il Ct -. I nostri giocatori hanno seguito la gara con attenzione. La Spagna ha segnato quattro gol e ha fatto altrettanto conto la Serbia. Quindi i miei sanno bene che sarà dura ma è esattamente ciò che vogliono: una grande sfida. Il nostro gruppo merita elogi perché non molla davvero mai".

Il Ct spagnolo Ginés Meléndez, intanto, mette gli occhi sulla sesta finale e sul quinto titolo continentale in questa categoria. "Abbiamo fatto osservare l'Irlanda [contro la Romania] e sappiamo che è una squadra che pressa molto e che può cambiare spesso il suo stile di gioco".

Intanto il capocannoniere del torneo Paco Alcácer ha recuperato dal problema all'alluce subito durante la sconfitta per 3-0 contro la Turchia. Meléndez assicura che questa volta le motivazioni non mancheranno alla sua squadra: "Abbiamo grandi speranze e voglia di conquistarci la finale; però mi aspetto una partita dura ed equilibrata".