Il talento della settimana di UEFA.com: Patrick Cutrone

"Le uniche cose che ha in mente sono il Milan e i gol": è il commento di Filippo Inzaghi (uno che di gol se ne intende) su Patrick Cutrone, suo discepolo nella primavera del Milan.

Patrick Cutrone è la vera rivelazione del Milan
Patrick Cutrone è la vera rivelazione del Milan ©Getty Images

Nome: Patrick Cutrone
Squadra: AC Milan
Ruolo: attaccante
Nazionalità: italiana
Età: 20 (data di nascita: 3 gennaio 1998)
Piede preferito: destro
Altezza: 183 cm

Dicono di lui...

Cutrone esulta dopo un gol in UEFA Europa League
Cutrone esulta dopo un gol in UEFA Europa League©Getty Images

"Spero che il 2018 sia l'anno di [Patrick] Cutrone. È stata una bella sorpresa, ma dobbiamo ricordare che il difficile viene adesso perché tutti si aspettano molto da lui. Tuttavia, Patrick ha la mentalità giusta e sono sicuro che ce la farà".
Riccardo Montolivo, centrocampista del Milan

“Ha grinta, umiltà e si impegna sempre tanto. Sa quello che serve per fare bene a questo livello. Diventare famoso non cambierà la sua mentalità, che è la sua qualità principale. Le uniche cose che ha in mente sono il Milan e i gol. Può arrivare molto lontano".
Filippo Inzaghi, ex attaccante del Milan e allenatore di Cutrone nella primavera

"Deve continuare a migliorare, ma può avere una carriera come quella di Filippo Inzaghi. Ha anche la maturità giusta per rimanere con i piedi per terra, nonostante la giovane età".
Christian Abbiati, ex portiere del Milan

La storia finora...

Guarda la doppietta di Cutrone contro l'Austria Vienna
Guarda la doppietta di Cutrone contro l'Austria Vienna

Al Milan fin dall'età di otto anni, Cutrone ha esordito con i rossoneri nel 2016/17 ma è esploso solo in estate con due gol nell'amichevole contro il Bayern München. Anche se la tecnica non è la sua migliore qualità, il giocatore compensa con il fiuto del gol, ottime rifiniture e una grande energia, sia in fase offensiva che difensiva. Il nazionale Under 21 ha segnato cinque reti in Europa League (qualificazioni incluse) e ha definito il gol ai supplementari ai quarti di Coppa Italia contro l'Inter "il più bello della mia vita".

Soprannomi...

Pokemon (fin dall'infanzia)
L'Inzaghi di Como

Lui dice...

"Non mi piace perdere: voglio vincere anche quando facciamo la partitella in allenamento".

"Ricorderò per sempre il mio primo gol in UEFA Europa League a San Siro, che era pieno di tifosi [contro l'Universitatea Craiova ad agosto]. Ho ancora i brividi quando penso a quel gol".

“Da piccolo giocavo sempre a pallone. Appena aveva un momento libero giocavo con mio fratello e mia nonna. Devo tutto alla mia famiglia".

In alto