UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

UEFA Europa League 2021/22: guida completa

Come funziona la fase a gironi? Chi ha superato le qualificazioni? Dove sarà la finale del 2022?

Il trofeo della UEFA Europa League
Il trofeo della UEFA Europa League ©UEFA.com

La competizione ha subito grandi cambiamenti nella sua 51esima edizione, la 13esima dal passaggio da Coppa UEFA a UEFA Europa League. La competizione è iniziata il 5 agosto e si concluderà con la finale del 18 maggio 2022. Come nelle precedenti edizioni, la vincente guadagnerà l'accesso automatico alla fase a gironi di UEFA Champions League della stagione successiva.

Quali sono le modifiche più importanti?

L'introduzione della UEFA Europa Conference League comporta diversi cambiamenti significativi per la UEFA Europa League.

La fase a gironi è stata ridotta da 48 a 32 squadre – otto gironi da quattro. Le otto vincitrici dei gironi accederanno agli ottavi di finale.

Ci saranno degli spareggi ad eliminazione diretta prima degli ottavi di finale tra le otto seconde dei gironi di UEFA Europa League e le otto terze di UEFA Champions League.

Le partite continueranno ad essere giocate di giovedì (finale a parte), e saranno in concomitanza con quelle di UEFA Europa Conference League. Le partite delle due competizioni sono in linea di massima equamente suddivise tra le due fasce orarie: 18:45 CET (non più 18:55) e 21:00 CET.

Chi partecipa alla fase a gironi?

  • 12 qualificate automaticamente
  • *10 vincitrici degli spareggi di UEFA Europa League
  • **10 trasferite dagli spareggi di UEFA Champions League e dal terzo turno di qualificazione

AUT: Rapid Wien*, Sturm Graz*
BEL
: Antwerp*, Genk**
BUL: Ludogorets Razgrad**
CRO: Dinamo Zagreb**
CZE
: Sparta Praha**
DEN
: Brøndby**, Midtjylland**
ENG: Leicester, West Ham
ESP: Real Sociedad, Real Betis
FRA: Lyon, Marseille, Monaco**
GER
: Eintracht Frankfurt, Leverkusen
GRE: Olympiacos*
HUN: Ferencváros**
ITA: Napoli, Lazio
NED: PSV Eindhoven**
POL: Legia Warszawa*
POR: Braga
RUS: Lokomotiv Moskva, Spartak Moskva**
SCO: Celtic*, Rangers*
SRB: Crvena zvezda*
TUR: Fenerbahçe*, Galatasaray*

Questa lista è soggetta a conferma finale da parte della UEFA

A che turno entrano in gara le squadre? Leggi la lista d'accesso

Come funzionavano le qualificazioni?

Le qualificazioni hanno subito importanti modifiche con 27 squadre in due turni: terzo turno di qualificazione e spareggi. Le partite sono inziate ad agosto quindi più tardi rispetto al passato.

La maggior parte delle squadre che hanno preso parte parte alle qualificazioni sono state trasferite dalla UEFA Champions League, anche se alcune squadre (in linea di massima le vincitrici di coppa) delle 15 federazioni più in alto nel ranking sono partite direttamente dalle qualificazioni della UEFA Europa League.

I dettagli completi su chi è entrato in quale fase e su come i club eliminati sono trasferiti in UEFA Europa Conference League, possono essere consultati nella lista d'accesso.

Date chiave

Qualificazioni
5 e 12 agosto 2021: terzo turno di qualificazione
19 e 26 agosto 2021: spareggi

Fase a gironi
16 settembre 2021: prima giornata
30 settembre 2021: seconda giornata
21 ottobre 2021: terza giornata
4 novembre 2021: quarta giornata
25 novembre 2021: quinta giornata
9 dicembre 2021: sesta giornata

Fase a eliminazione diretta
17 e 24 febbraio 2022: spareggi fase a eliminazione diretta
10 e 17 marzo 2022: ottavi di finale
7 e 14 aprile 2022: quarti di finale
28 aprile e 5 maggio 2022: semifinali
18 maggio 2022: finale

Sorteggi
19 luglio 2021, 13:30 CET: terzo turno di qualificazione
2 agosto 2021, 13:00 CET: spareggi
27 agosto 2021, 13:00 CET: fase a gironi
13 dicembre 2021, 13:30 CET: spareggi a eliminazione diretta
25 febbraio 2022, 13:00 CET: ottavi di finale
18 marzo 2022, 13:30 CET: quarti di finale e semifinali

Dove si giocherà la finale?

Highlights: il trionfo dello Steaua nel 1986
Highlights: il trionfo dello Steaua nel 1986

La finale si giocherà all'Estadio Ramón Sánchez-Pizjuán di Siviglia. Originariamente la finale si doveva giocare alla Puskás Aréna di Budapest ma a causa del rinvio e del ricollocamento della finale del 2020, l'assegnazione agli stadi è stata spostata di un anno.

Terreno di gioco del Siviglia, sei volte vincitore della UEFA Europa League/Coppa UEFA UEFA, lo stadio è stato aperto nel 1958 e ha ospitato la finale di Coppa dei Campioni del 1986, che ha visto la Steaua battere il Barcellona. La nazionale spagnola non ha mai perso in questo stadio.

Scarica l'app Europa!