UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Mertens esalta la qualità azzurra

Autore di una doppietta al rientro da titolare, che ha permesso al Napoli di stabilire il nuovo record di gol nella fase a gironi, Dries Mertens esalta la forza del gruppo azzurro: "Anche chi non gioca ogni domenica ha qualità importanti".

Highlights: Napoli 5-2 Legia

Ventidue gol in sei partite, più del Salisburgo, più di qualunque altra squadra nella storia dell'UEFA Europa League. L'SSC Napoli di Maurizio Sarri chiude in bellezza la prima fase della campagna europea e centra due record in una notte sola: mai nessun club italiano, infatti, aveva vinto il girone eliminatorio a punteggio pieno, sei vittorie in sei partite, molte delle quali giocate con tanti titolari a riposo.

È forse questa la nota più lieta di questa prima fase di Europa League: la rosa del Napoli è profonda e competitiva, con tutte le seconde linee che non hanno mai mancato l'opportunità di mettersi in mostra.

Protagonista assoluto in campo con due gol, un assist e tante giocate di fino che hanno fatto impazzire la difesa del Legia Varsavia, Dries Mertens esalta proprio la bontà della panchina azzurra: "Abbiamo dimostrato ancora una volta che anche chi non gioca tutte le domeniche ha qualità importanti".

Di qualità ne ha tanta l'attaccante belga, reduce da un infortunio muscolare ma mattatore dal primo all'ultimo minuto, come dimostra la quinta rete segnata nel recupero. "Eppure a fine partita avevo i crampi, non giocavo da quattro settimane - sorride Mertens, per poi farsi serio -. È stato bello tornare titolare e segnare subito due gol. La squadra sta facendo bene, dobbiamo avere lo stesso atteggiamento domenica".

Già, perché domenica sera al San Paolo arriva laRoma, sfida Scudetto tra due squadre che attraversano due momenti molto diversi tra loro. "Siamo pronti, è un match importantissimo per noi. In campionato veniamo dalla partita storta di Bologna e dobbiamo riscattarci. Siamo pronti".