Andata spareggi: rimonta Dortmund, blackout Athletic

Borussia Dortmund protagonista di una straordinaria rimonta, Athletic Bilbao ripreso e superato in Slovacchia, primo gol di Robin van Persie con il Fenerbahçe: il meglio dell’andata degli spareggi di UEFA Europa League.

UEFA Europa League, andata spareggi ©AFP/Getty Images

Il Borussia Dortmund è protagonista di una straordinaria rimonta, l'Athletic Bilbao viene ripreso e poi superato in Slovacchia dallo Žilina, Robin van Persie segna il primo gol con il Fenerbahçe: tutto il meglio dell’andata degli spareggi di UEFA Europa League.

Tutti i risultati di giovedì
Statistiche degli spareggi
Sorteggio fase a gironi: 13.00CET, 28 agosto, in diretta nel DrawCentre di UEFA.com

Al centro della scena

Odd - Borussia Dortmund 3-4
Sotto di un gol dopo un solo minuto – colpo di testa di Jone Samuelsen – e sotto 3-0 alla metà del primo tempo, il Borussia Dortmund si rende protagonista di una straordinaria rimonta a Skien, negando all’Odd il risultato a sorpresa della serata. Pierre-Emerick Aubameyang segna due reti, intervallate dal gol di Shinji Kagawa, prima della rete di Henrikh Mkhitaryan all’85’ che regala il 4-3 alla squadra di Thomas Tuchel.

Žilina - Athletic Bilba 3-2
La serata in terra slovacca non finisce come sperato dall’Athletic. La squadra spagnola va all’intervallo in vantaggio per 2-0 grazie alle reti di Sabin Merino e Kike Sola, ma subisce tre gol negli ultimi 25 minuti, che regalano allo Žilina una vittoria memorabile. Nella ripresa Jakub Paur accorcia le distanza e William pareggia, mentre il gol finale arriva nei minuti di recupero, quando l’Athletic non riesce a liberare l’area sugli sviluppi di un calcio d’angolo e la palla finisce in rete con il tocco finale di Carlos Gurpegi.

Atromitos - Fenerbahçe 0-1 
Dopo non essere riuscito a lasciare il segno nella sua prima presenza nel campionato turco, Robin van Persie entra dalla panchina e segna il suo primo gol con la maglia del Fenerbahçe a Peristeri. Subentrato all’80, ci sono voluti solo 10 minuti al nuovo acquisto arrivato in estate dal Manchester United per andare a segno, con un colpo di testa al 90’.

Tobias Mikkelsen esulta dopo il primo gol del Rosenborg a Bucarest
Tobias Mikkelsen esulta dopo il primo gol del Rosenborg a Bucarest©AFP/Getty Images

Steaua Bucureşti - Rosenborg 0-3
I campioni rumeni non sono ancora riusciti a vincere in casa in sette gare ufficiali dall’inizio della stagione (P5 S2), con l’ultimo risultato che è il peggiore di tutti. La Steaua tiene testa agli avversari per un’ora, ma poi crolla nell’ultima mezz’ora concedendo i gol di Tobias Mikkelsen (61’), Pål André Helland (67’) e del capitano Mike Jensen (90’+3), permettendo alla squadra di Trondheim di mettere un piede nella fase a gironi.

Bordeaux - Kairat Almaty 1-0

Il viaggio più lungo nella storia delle competizioni UEFA per club si conclude con una sconfitta per il Kairat, ma i kazaki possono essere ottimisti in vista del ritorno, sapendo che gli avversari francesi dovranno compiere il viaggio al contrario la prossima settimana. L’attaccante tunisino Wahbi Khazri segna l’unico gol della serata, una precisa conclusione sul secondo palo al 27’.

Benoît Assou-Ekotto del St-Étienne
Benoît Assou-Ekotto del St-Étienne©Boris Kharchenko

Milsami Orhei - Saint-Étienne 1-1
Romain Hamouma è protagonista nel bene e nel male in Moldavia, da dove il St-Étienne, ridotto in dieci uomini, torna con un prezioso pareggio. Al 16’ Radu Mîţu para il calcio di rigore del 28enne esterno, che si fa però perdonare al 40’ segnando dopo la respinta sul tiro di Nolan Roux. Hamouma viene espulso poco dopo l’intervallo, e il Milsami sfrutta al massimo la conseguente punizione realizzando il gol del pareggio con Cristian Bud.

Astra Giurgiu - AZ Alkmaar 3-2
Il sostituto Alexandru Dandea segna l’ultimo dei cinque gol che permettono all’Astra di ottenere una vittoria di misura. La squadra rumena parte male con il doppio vantaggio degli ospiti arrivato in soli 13 minuti grazie alle reti di Markus Henriksen e Vincent Janssen, ma Fernando Boldrin accorcia le distanze di testa su calcio d’angolo e Denis Alibec pareggia da distanza ravvicinata sugli sviluppi di un calcio piazzato. Dandea, entrato per l’infortunato Boldrin, segna nei minuti di recupero della prima frazione di gioco dopo che l’AZ era andato vicino al vantaggio su calcio di punizione.

Arkadiusz Milik segna dal dischetto
Arkadiusz Milik segna dal dischetto©AFP/Getty Images

Ajax - Jablonec 1-0
La squadra ceca lascia l’Olanda con la speranza di ribaltare il risultato al ritorno dopo il calcio di rigore al 9’ della ripresa che consente all’Ajax di ottenere una vittoria di misura. Arkadiusz Milik non sbaglia dal dischetto per la squadra di Frank de Boer dopo il fallo in area di Vít Beneš su Davy Klaassen, ma la formazione di Jaroslav Šilhavý si rende pericolosa nel finale e per questo può essere ancora fiduciosa in vista del ritorno.

Molde - Standard Liège 2-0
La squadra norvegese segna due volte nel giro di cinque minuti nel corso del primo tempo e lo Standard è costetto a un’impresa nella gara di ritorno se vuole accedere alla fase a gironi. Prima Tommy Høiland intercetta un retropassaggio difensivo e porta in vantaggio i suoi al 24’, poi Martin Linnes serve una gran palla a Mohamed Elyounoussi – cugino di Tarik Elyounoussi dell’Hoffenheim – per il 2-0. Lo Standard riesce ad avere il controllo del gioco nella ripresa, rendendosi però pericoloso in poche occasioni.

Roman Begunov della Dinamo Minskwins e Dimitri Oberlin del Salzburg
Roman Begunov della Dinamo Minskwins e Dimitri Oberlin del Salzburg©GEPA

Dinamo Minsk - Salzburg 2-0
Il Salisburgo rischia di non partecipare alla fase a gironi di UEFA Europa League dopo la rete nei minuti di recupero segnata dalla Dinamo Minsk all’andata. L’esterno serbo Nenad Adamović prima serve l’assist per la rete del 20enne Gleb Rassadkin e poi realizza il gol allo scadere, dopo il palo colpito dal subentrato Igor Voronkov. La squadra di Vuk Rašović è quindi sulla buona strada per accedere alla fase a gironi per la seconda stagione consecutiva.