UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Mata non dà nulla per scontato

Pur vittorioso nella semifinale di andata, il Chelsea se bene che dovrà lottare fino alla fine per meritarsi il biglietto per Amsterdam. "Il Basilea è una squadra che non si arrende", ha ribadito Juan Mata.

Juan Mata durante la conferenza stampa della vigilia
Juan Mata durante la conferenza stampa della vigilia ©Getty Images

Juan Mata chiede al Chelsea FC di non prendere sotto gamba il ritorno della semifinale di UEFA Europa League contro l’FC Basel 1893.

I Blues ospitano la capolista della Swiss Super League a Stamford Bridge in vantaggio 2-1 grazie al gol in pieno recupero di David Luiz della settimana scorsa, ma il 25enne centrocampista spagnolo è sicuro che c’è ancora molto lavoro da fare per raggiungere la finale di Amsterdam del 15 maggio 2013.

“Segnare due gol in trasferta è sempre molto positivo in Europa, ma sappiamo che dovremo lottare ancora per arrivare in finale – ha detto -. Abbiamo ottenuto un gran risultato in Svizzera ma ci sono ancora 90 minuti da giocare. Sono sicuro che loro non hanno ancora mollato. Lotteranno fino all’ultimo minuto come hanno fatto in casa e per noi sarà dura”.

Il Chelsea potrebbe diventare solo la quarta squadra a vincere tutti e tre i più importanti trofei UEFA. La squadra di Rafa Benítez è imbattuta da 12 incontri a Stamford Bridge e non ha mai perso in casa nelle sette gare interne di UEFA Europa League o Coppa UEFA.

“Per me, per la squadra e per il club è molto importante la chance di giocarci un’altra finale europea – ha detto -. Dopo aver vinto la Champions League l’anno scorso, adesso possiamo raggiungere un’altra finale. E’ un trofeo che questo club non ha mai vinto e quindi sarebbe davvero importante conquistarlo”.

Il nazionale spagnolo ha avuto una grande stagione, ha segnato 18 gol in tutte le competizioni finora. Contro il Basilea potrebbe giocare la partita numero 60 dopo un’estate che lo aveva visto protagonista anche a UEFA EURO 2012 e alle Olimpiadi di Londra.

“Cerco solo di farmi trovare in forma per ogni partita perché amo giocare – ha spiegato -.  Da quando sono qui è vero che ho giocato molte partite, ma mi piace. Mi piace molto allenarmi, e adoro giocare il maggior numero di partite possibile. Voglio continuare così”.