UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Rosenborg a fatica sull'Aris

Rosenborg BK - Aris Thessaloniki FC 2-1
Grazie ad una rete di Rade Prica nella ripresa il Rosenborg piega un Aris che esce a testa alta.

Sergio Koke (Aris Thessaloniki FC) & Anthony Annan (Rosenborg BK)
Sergio Koke (Aris Thessaloniki FC) & Anthony Annan (Rosenborg BK) ©AFP

Dopo la sconfitta 4-0 contro il Bayer 04 Leverkusen alla prima giornata, il Rosenborg BK si riprende superando di misura l’Aris Thessaloniki FC.

Gli ospiti hanno condotto il gioco a lunghi tratti, pareggiando con Carlos Ruiz il momentaneo vantaggio di Morten Moldskred. Di Rade Prica il gol vincente a metà ripresa. Le due squadre adesso hanno 3 punti nel Gruppo B, uno in meno del Leverkusen, ospite dell’Aris il 21 ottobre, e due più del Club Atlético de Madrid, detentore del titolo, che riceverà la visita del Rosenborg sempre il 21 ottobre.

L’Aris, reduce dalla vittoria 1-0 sull’Atlético due settimane fa, parte bene e sfiora subito il gol con Ruiz, che obbliga Daniel Örlund ad una difficile deviazione in tuffo. Gli ospiti comandano le operazioni per tutta la prima parte. Al 37’, inaspettatamente, passano in vantaggio i padroni di casa.

Per Ciljan Skjelbred lancia Mikael Dorsin sulla sinistra. Il cross viene deviato dalla difesa dell’Airs sui piedi di Moldskred, che conclude a rete, festeggiando così il rientro in campo da un infortunio. L’Aris reagisce e pareggia al 43’. Sergio Koke lancia sulla destra Javito, autore del gol vittoria contro l’Atlético, sul cui cross basso interviene Ruiz in modo vincente.

Anche nella ripresa l’Aris prende in mano le redini del gioco. La prima occasione capita tuttavia ai padroni di casa, con Anthony Annan che, dalla distanza, chiama Michalis Sifakis alla parata. Al 68’, Prica riporta in vantaggio il Rosenborg con un bel tiro angolato dal limite dell’area dopo un rapido contropiede.

Al 73’, su cross di Dorsin, Moldskred fallisce il terzo gol per l’intervento provvidenziale di Sifakis. L’Aris insiste alla ricerca del pareggio ma le ultime speranze si spengono su un tiro di Danijel Cesarec sopra la traversa.