UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Juve e Liverpool lasciano subito il segno

Successi esterni per Bianconeri e Reds nell'andata del terzo turno preliminare. Vincono anche Olympiacos e Sporting Lisbona, frenano le grandi di Turchia. Festa di gol per il Marítimo, a bersaglio ben otto volte.

Juve e Liverpool lasciano subito il segno
Juve e Liverpool lasciano subito il segno ©UEFA.com

Juventus e Liverpool FC cominciano bene il loro cammino nel terzo turno preliminare di UEFA Europa League in una serata che ha visto altre squadre blasonate stentare nelle gare di andata.

Appena 11 settimane dopo aver guidato il Fulham FC in finale di UEFA Europa League, Roy Hodgson è tornato in azione alla guida del Liverpool FC. Il tecnico 62enne ha tenuto a riposo gran parte dei giocatori che hanno preso parte alla Coppa del Mondo FIFA in Sudafrica, ma i suoi Reds si sono comunque imposti 2-0 sul campo dell'FK Rabotnicki grazie a due reti - una per tempo - di David Ngog.

Successo con identico risultato della Juventus sul campo dello Shamrock Rovers, propiziato da una doppietta di Amauri. Il nuovo tecnico bianconero Luigi Delneri ha schierato la migliore formazione possibile ed è stato ricompensato già al 3', quando Amauri ha trafitto Alan Mannus su invito di Diego. Il brasiliano ha concesso il bis a 15' dal fischio finale sfruttando un cross di Marco Motta.

L'Olympiacos FC si è invece imposto 2-1 in rimonta sul Maccabi Tel-Aviv FC, mentre Simon Vukčević ha segnato il gol che ha permesso allo Sporting Clube de Portugal di vincere 1-0 in casa dell'FC Nordsjælland. Successo 3-2 del VfB sul campo del Molde FK, con gol-partita firmato di testa dal nuovo acquisto Martin Harnik.

La serata non ha regalato grandi soddisfazioni al calcio turco, con il Galatasaray AŞ che non è andato oltre il 2-2 interno contro l'OFK Beograd e il Beşiktaş JK che ha pareggiato 1-1 sul campo dell'FC Viktoria Plzeň. Il Galatasaray è andato a segno una volta per tempo con Arda Turan, ma nel finale i serbi hanno concretizzato la rimonta grazie alle reti dei subentrati Milos Krstić (80') e Nenad Injac (86').

"Nel primo tempo abbiamo creato molto e avremmo meritato la vittoria, perciò siamo molto dispiaciuti - ha dichiarato il tecnico del Galatasaray, Frank Rijkaard -. Lavoreremo duramente per migliorare ancora". Il Beşiktaş ha trovato il gol del pareggio al 44' grazie a un rigore di David Limberský dopo essere passato in svantaggio contro i cechi, alla loro seconda partita in Europa.

Alterne fortune per le debuttanti sul palcoscenico continentale: i polacchi dello Jagiellonia Białystok sono stati battuti 2-1 sul campo dell'Aris Thessaloniki FC, mentre i russi dell'FC Sibir Novosibirsk hanno dato il via alle ostilità di giornata regolando 1-0 l'Apollon Limassol FC grazie a un gol di capitan Aleksei Medvedev al 76'. "Si tratta del primo successo del Sibir in Europa, perciò voglio fare i complimenti alla squadra e alla città", ha commentato il tecnico Igor Kriushenko.

Il terzo turno preliminare era cominciato martedì con il successo 3-0 del PFC CSKA Sofia in casa contro il Cliftonville FC, mentre le rimanenti 34 gare si sono disputate giovedì. Un'altra squadra all'esordio continentale, l'FK Spartak Zlatibor Voda (Serbia), ha ottenuto un sorprendente successo interno 2-1 contro l'FC Dnipro Dnipropetrovs, capolista del campionato ucraino, dopo aver eliminato i lussemburghesi dell'FC Differdange 03 nel secondo turno preliminare.

Il Dnipro aveva raggiunto i sedicesimi di finale di Coppa UEFA nel 2004/05, oltre ad essere approdato per due volte ai quarti di finale di Coppa delle Coppe UEFA, e ora dovrà sfruttare tutta la propria esperienza per ribaltare la sconfitta maturata in seguito a due rigori trasformati da Vladimir Torbica, il secondo all'ultimo minuto. Successo a sorpresa anche per gli azeri dell'FK Qarabağ, vittoriosi 1-0 in casa dei 12 volte campioni di Polonia del Wisła Kraków, mentre l'FK Crvena Zvezda, già vincitrice della Coppa dei Campioni, è uscita battuta 2-1 dal campo dell'SK Slovan Bratislava.

Il CS Marítimo ha ottenuto il successo più largo della giornata battendo 8-2 il Bangor City FC con ben quattro reti in 6'nel finale di ripresa. Ben tre squadre sono andate a bersaglio cinque volte: l'IF Elfsborg, vittorioso 5-0 in casa contro l'FK Teteks, il KRC Genk, uscito con un 5-1 dal campo dei finlandesi dell'FC International Turku, e l'Odense BK che ha regolato l'HŠK Zrinjski Mostar 5-3. La formazione bosniaca, tuttavia, non ha reso la vita facile ai padroni di casa, rimontando due reti nei 25' finali con Vlado Zadro (autore anche del primo gol) e Mladen Žižović su rigore.