UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Robson alle prese con gli infortuni

A rischio 6 titolari nel Newcastle che affronta il Marsiglia nella semifinale di Coppa UEFA.

di Alex O'Henley, Newcastle

Il tecnico del Newcastle United FC Sir Bobby Robson deve fare i conti con molti infortuni e aspetterà fino all'ultimo minuto prima di decidere la formazione da mandare in campo contro l'Olympique de Marseille, nell'andata delle semifinali di Coppa UEFA in programma al St. James' Park.

Bellamy in dubbio
Sir Bobby ha ammesso che ci sono "serie preoccupazioni" sulla forma di sei titolari, tra cui l'attaccante gallese Craig Bellamy, che si è procurato un infortunio muscolare durante lo 0-0 di domenica contro l'Aston Villa FC.

Centrocampo dimezzato
Il centrocampista Kieron Dyer ha avuto nuovi fastidi alla coscia infortunata, mentre, sempre domenica contro il Villa, Jermaine Jenas è dovuto uscire dal campo prima del tempo. Entrambi sono in dubbio, e a loro si aggiungono Titus Bramble e Shola Ameobi. Unica consolazione, il rientro in rosa del centrocampista Lee Bowyer, che ha scontato la squalifica, ma deve comunque capire se il suo infortunio muscolare è passato.

Si cerca la vittoria
Sir Bobby ha ammesso che la preparazione alla prima semifinale europea dei Magpies in 35 anni non è stata proprio rose e fiori, ma questa sera l'anziano tecnico vuole comunque conquistare una vittoria. "Abbiamo atteso questo momento per molti anni. Ci troviamo a un passo dalla finale, ma è il passo più difficile - ha avvertito Robson -. Sappiamo quanto significhi un simile risultato per tutta la città. Spero di poter regalare ai nostri tifosi una serata memorabile, e con questo intendo dire che voglio vincere".

Voglia di trofei
Il capitano del Newcastle Alan Shearer, attualmente capocannoniere del torneo con sei reti, ha detto chiaramente che per lui vincere la Coppa UEFA avrebbe un significato molto più grande del quarto posto in Premiership, l'ultimo valido per un posto in UEFA Champions League. "In un mondo ideale vorrei entrambe le cose, ma se proprio dovessi scegliere, direi la coppa. Qui si gioca per i premi. Non abbiamo vinto un trofeo da troppo tempo, e ora abbiamo una possibilità concreta di farlo".

Difesa decisiva
Shearer ha poi aggiunto che il Newcastle non deve concedere nulla all'Olympique se vuole qualificarsi per la finale del mese prossimo a Goteborg. "Dobbiamo prima di tutto pensare a tenere inviolata la nostra porta - ha ammesso -. Certo, possiamo pensare di segnare in casa o in trasferta, ma se riuscissimo a tenere i francesi a secco all'andata, avremmo ottime possibilità di passare".

Attenti a Drogba
Shearer, uno dei cinque giocatori del Newcastle a un'ammonizione dalla squalifica, ammira molto i marsigliesi, capaci di eliminare FC Internazionale e Liverpool FC dalla competizione. Il capitano ha messo in guardia i suoi compagni soprattutto dal pericoloso Didier Drogba, massimo goleador dei francesi. "È forte fisicamente ed è dotato di un ottimo gioco aereo - ha detto Shearer -. Sarà una minaccia per tutti i 90': riuscire a controllarlo ci metterebbe in una condizione di vantaggio. Siamo migliorati a ogni turno, ma per raggiungere la finale dobbiamo farlo ulteriormente. L'Olympique è il test più difficile, ma credo che anche per loro sia una prova impegnativa".

Marlet infortunato
Il tecnico dei francesi José Anigo ha potuto far riposare alcuni giocatori chiave nella vittoria per 2-1 di domenica scorsa contro il Lille OSC. Purtroppo per lui, potrebbe dover rinunciare alla punta Steve Marlet, ex Fulham FC, a segno domenica, che si è procurato una frattura ed è in dubbio per stasera.

"Daremo tutto"
"È da dieci anni che l'Olympique non vince una competizione. Questa semifinale è molto importante per il nostro club - ha ammesso Anigo -. Sarebbe terribile aver lottato fin qui e non riuscire a entrare in finale. Daremo tutto ciò che abbiamo per passare, ma sono sicuro che anche il Newcastle farà lo stesso".