UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Tre duelli da non perdere: Italia - Inghilterra

Quali potrebbero essere le chiavi della finale di UEFA EURO 2020 a livello individuale? I nostri reporter ne propongono tre.

Attacco e difesa: Federico Chiesa e Luke Shaw
Attacco e difesa: Federico Chiesa e Luke Shaw UEFA

L'Italia affronta l'Inghilterra in finale di UEFA EURO 2020 domenica allo stadio di Wembley.

Entrambe le squadre hanno credenziali di tutto rispetto: gli azzurri non perdono da 33 partite, mentre i Three Lions hanno subito un solo gol nell'intero torneo. Quali saranno allora i singoli duelli che potrebbero decidere la partita? Ne proponiamo tre.

Italia - Inghilterra: clicca qui per la copertura in diretta


Federico Chiesa contro Luke Shaw

Top Performer: Luke Shaw
Top Performer: Luke Shaw

Luke Shaw è stato sempre pericoloso con le sue incursioni sulla sinistra, soprattutto contro Germania e Ucraina, ed è il giocatore inglese che ha creato più occasioni (nove). Domenica, però, il difensore del Manchester United dovrà giocare al meglio anche in fase di copertura contro un Federico Chiesa in ottima forma.

L'attaccante della Juventus dà energia e imprevedibilità alla squadra, per non parlare della sua precisione in fase conclusiva: basti guardare il gol da posizione defilata contro l'Austria agli ottavi e il perfetto tiro a giro contro la Spagna in semifinale.

Il giocatore, 23 anni, ha già dimostrato di essere pronto per i big match, segnando gol decisivi in UEFA Champions League e in finale di Coppa Italia. Riuscirà a lasciare il segno nella partita più importante della sua carriera? Se sì, Shaw potrebbe rivivere la semifinale, quando è stato meno incisivo in attacco perché doveva contenere Martin Braithwaite.

Giovanni Di Lorenzo - Raheem Sterling 

Giovanni Di Lorenzo e Raheem Sterling
Giovanni Di Lorenzo e Raheem Sterling

Quando Raheem Sterling giocava la semifinale di Coppa del Mondo FIFA 2018 con l'Inghilterra, dopo aver condotto il Manchester City al titolo in Premier League con 18 gol, Giovanni Di Lorenzo (che ha un anno in più) guardava il torneo da casa, in Toscana.

Il terzino destro aveva appena conquistato la promozione dalla serie B con l'Empoli. Un anno prima, era in Lega Pro con il Matera, città tanto famosa per le sue bellezze ma molto poco per il calcio.

Di Lorenzo non si è più guardato indietro dopo aver sostituito Alessandro Florenzi, infortunatosi al polpaccio nella prima gara contro la Turchia, e ha inanellato una serie di ottime prestazioni. La sua partita più difficile è stata quella contro il belga Jeremy Doku, ma Sterling sarà anche più pericoloso: candidato al titolo di miglior giocatore del torneo, ha dribblato i difensori più di qualsiasi altro giocatore a EURO (29 volte).

Un gol di Sterling potrebbe calare il sipario sulla partita, perché l'Inghilterra non ha mai perso quando ha segnato, ma Di Lorenzo potrebbe ricevere una mano preziosa da Leonardo Bonucci.

Jorginho contro Mason Mount

Top Performer: Jorginho
Top Performer: Jorginho

Jorginho e Mason Mount si conoscono benissimo, avendo vinto la UEFA Champions League con il Chelsea appena sei settimane fa. Sarà un vantaggio per l'uno o per l'altro giocatore? Difficile a dirsi. Sicuramente, Mount sa che i passaggi del "Professore" sono fondamentali per l'Italia, mentre Jorginho ha altrettanto rispetto per il compagno di club, di cui dice: "È sempre nella posizione giusta e lavora per tutta la squadra".

Mount è un giocatore capace di trovare gli spazi giusti ed è intelligente anche senza palla: per conferma, chiedere a Luka Modrić. Indubbiamente ha conquistato l'ammirazione e la fiducia di Southgate, e tutti gli scontri con Jorginho saranno decisivi per decidere chi dei due si affiancherà ai nove giocatori che hanno vinto EURO e la UEFA Champions League nello stesso anno.

Scarica l'app di EURO