UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

La Francia vola sul bagnato

Ucraina - Francia 0-2
Una pioggia torrenziale interrompe la gara dopo meno di cinque minuti, poi nella ripresa ci pensano Jérémy Ménez e Yohan Cabaye.

La Francia festeggia a Donetsk
La Francia festeggia a Donetsk ©Getty Images

Ha dovuto inzupparsi e ci è voluto più tempo del previsto, ma poi la Francia vince la sua prima gara a UEFA EURO 2012 grazie all’uno-due piazzato da Jérémy Ménez e Yohan Cabaye nella ripresa.

Un potente temporale costringe l’arbitro a sospendere la partita per quasi un’ora, ma la Francia non si scompone e sfodera un’ottima prestazione. Karim Benzema fornisce entrambi i palloni per i gol di Ménez e Cabaye a tre minuti di distanza l’uno dall’altro, gol che portano i transalpini in testa al Gruppo D in attesa della sfida tra Inghilterra e Svezia.

Laurent Blanc aveva chiesto ai suoi giocatori di farsi trovare pronti fin dal fischio di inizio, per evitare un altra partenza lenta come quella contro l'Inghilterra, e nel caso qualcuno si fosse distratto il boato di un tuono ha istantaneamente richiamato l'attenzione di tutti durante l'esecuzione della Marsigliese. La pioggia ha preso a cadere di colpo, con grande intensità, e dopo appena cinque minuti dall'inizio della sfida l'arbitro ha richiamato tutti negli spogliatoi, mentre i tifosi correvano per cercare riparo dal diluvio.

I timori di un rinvio, tuttavia, sono stati fugati dopo 58 minuti, quando la gara è ripresa e Benzema va subito vicino a sfruttare la situazione con un tiro a rientrare che quasi scappa dalla presa di Andriy Pyatov. Il centravanti del Real Madrid CF sembra inspirato con la Francia che cerca di imporre il ritmo alla partita – secondo i dettami di Blanc – ma grandi occasioni non arrivano, mentre dall’altra parte Andriy Yarmolenko manda fuori un sinistro dal limite.

Poco prima della mezz’ora Franck Ribéry salta in velocità Taras Mikhalik e centra basso verso il secondo palo per Benzema. Una deviazione manda la sfera verso Ménez, ma l’attaccante schierato a sorpresa calcia proprio su Pyatov.

Il portiere ucraino si supera poi sul colpo di testa di Philippe Mexès indirizzato sotto l’incrocio sugli sviluppi di una punizione di Samir Nasri. Anche Hugo Lloris era dovuto intervenire per sventare un tiro di Andriy Shevchenko dopo che l’attaccante aveva saltato netto Mathieu Debuchy a sinistra.

Shevchenko sfiora ancora il vantaggio con un gran tiro da fuori che passa vicino all’incrocio. Pyatov, intanto, era di nuovo intervenuto su Ménez, ma l’ex attaccante dell’AS Roma si prende la rivincita controllando un passaggio di Benzema, saltando Yevhen Selin con un dribbling a rientrare e insaccando sul palo vicino.

Per l’Ucraina piove sul bagnato e Pyatov viene ancora battuto sullo stesso angolo: questa volta è Yohan Cabaye a esultare sempre su assist di Benzema. Il centrocampista del Newcastle United FC scheggia poi il palo con un tiro da fuori mentre l’Ucraina non riesce a reagire.