Capello chiede una Juve rabbiosa

Bianconeri chiamati a ribaltare la sconfitta di Brema, il tecnico pensa positivo.

Watch the goals and best moments from the classic round of 16 clash which saw Juventus triumph on away goals after finishing 4-4 on aggregate.

Fabio Capello si aspetta una ''reazione rabbiosa" dalla sua Juventus per ribaltare la sconfitta dell'andata contro il Werder Bremen nell'andata degli ottavi di finale di UEFA Champions League.

Gol allo scadere
In Germania le disattenzioni bianconere nel finale hanno consentito a Tim Borowski e Johan Micoud di ribaltare il risultato, regalando una vittoria ormai insperata alla squadra di Thomas Schaaf, seconda in Bundesliga. "Mi auguro che i giocatori siano ancora arrabbiati per quella partita. Certamente dovrebbero esserlo, perchè subire gol allo scadere non è accettabile".

Vantaggio enorme
Grazie alla rete di Pavel Nedved contro l'UC Sampdoria, sabato la Juve ha conquistato la 23/ma vittoria stagionale, consolidando il suo primato in Serie A. ''Il momento è positivo - ha dichiarato Capello -. Al di là della traversa, Gianluigi Buffon non è mai stato impensierito e la squadra è rimasta concentrata fino al 90'''. Il titolo No.29 si avvicina, settimana dopo settimana.

'Vanatggio psicologico'
''Quest'anno siamo maturati, diventando ancor più forti a livello di gruppo. La vittoria di sabato inoltre ci ha dato grande fiducia, perchè sappiamo di poter contare su giocatori in forma. Senza mancare di rispetto, siamo consapevoli di poter superare il Werder". Il ritorno di Gianluca Zambrotta a sinistra sembra ormai scontato, mentre a destra è probabile l'impiego di Jonathan Zebina. Al Weserstadion ci sarà David Trezeguet, anche se non è sicuro il suo impiego fin dal primo minuto, mentre Robert Kovac è stato costretto a dare forfait. In dubbio fino all'ultimo Zlatan Ibrahimovic.

Natura offensiva
Il Werder cambierà tattica per difendere il vantaggio? Capello non ci crede: "Loro hanno giocatori con determinate caratteristiche, quindi non pens cambieranno approccio alla partita. Soprattutto a Torino dove un gol potrebbe decidere la qualificazione". Sulla stessa lunghezza d'onda il suo collega tedesco, Thomas Schaaf: "Sarebbe un gravissimo errore se ci difendessimo - ha affermato alla vigilia -. Abbiamo giocatori con incredibili doti offensive e sarebbe imperdonabile non sfruttare le nostre armi".

Esperienza europea
Nonostante il vantaggio dell'andata, e il ritorno in squadra di Frank Baumann e Naldo, Schaaf insiste nell'affermare che la sua squadra parte sfavorita per l'approdo ai quarti di finale. "La Juve ha moltissimi giocatori dotati di immensa classe, e sulla carta restano loro i favoriti - ha ammesso il tecnico tedesco -. Ma questa è la meraviglia del calcio, non si gioca sui giornali e tutto può accadere".

'Maturità'
Ciò che è certo, almeno agli occhi di Schaaf, è che il Brema non subirà un tracollo simile a quello dello scorso anno, quando nella sfida con l'Olympique Lyonnais perse 3-0 in casa prima di venir travolto 7-2 in Francia. "Nel frattempo abbiamo maturato una certa esperienza in ambito europeo, imparando da ogni incontro, anche quelli negativi. Le gare contro l'FC Barcelona, il Valencia [CF], l'AC Milan e il Lione ci hanno insegnato tante cose. Ora tocca a noi metterle in pratica".

In alto