Paul Pogba su Juve, United e la 'chiave per la vita'

Mentre si prepara a tornare a Torino con la maglia dello United, Paul Pogba parla a UEFA.com dei suoi amici della Juventus e di come il calcio riesca a unire le persone.

Paul Pogba tornerà a giocare nel suo vecchio stadio quando il suo United affronterà la Juventus alla quarta giornata
Paul Pogba tornerà a giocare nel suo vecchio stadio quando il suo United affronterà la Juventus alla quarta giornata ©UEFA.com

Sulla sfida contro la Juventus, sua ex squadra, in UEFA Champions League

È strano ma [prima del sorteggio per la fase a gironi] avevo detto a mio fratello: 'Ti immagini se finissimo nello stesso girone della Juve?'. È stato un grande periodo della mia carriera.

Le emozioni sono tante perché lì ho giocato la mia prima stagione [intera] nel calcio professionistico [in prima squadra] e segnato il mio primo gol. Con i Bianconeri sono cresciuto come calciatore e per questo nutro profondo rispetto per il club. Ci saranno molte emozioni per il mio ritorno a Torino perché lo vedo anche come il mio stadio - so di essere a casa quando sono all'Old Trafford ma mi sento a casa anche quando torno alla Juve. Tuttavia andremo lì per giocare una partita di Champions League non per visitare lo stadio. Sarà una partita difficile e molto emozionante, specialmente per me.

Paulo Dybala e Paul Pogba alla Juventus
Paulo Dybala e Paul Pogba alla Juventus©Getty Images

Se sono rimasto in contatto con molti compagni della Juve? Sì, assolutamente. Prima di tutto con il mio connazionale Blaise [Matuidi]. Poi parlo anche con [Juan] Cuadrado e [Paulo] Dybala, e a volte ci sentiamo con [Leonardo] Bonucci. Parliamo con una certa regolarità dato che eravamo un ottimo gruppo - ci siamo sentiti come una famiglia. Da quando ho lasciato la Juventus sono tornato una sola volta per vedere i giocatori, però tornare e giocare sarà molto bello e penso che la sensazione sarà reciproca.

Sul perché ha scelto di tornare al Manchester United nel 2016

Paul Pogba è tornato all'Old Trafford nel 2016
Paul Pogba è tornato all'Old Trafford nel 2016©UEFA.com

Mi sentivo come se mi mancasse qualcosa. Volevo essere titolare con questa maglia ed essere parte della squadra. Non è stata una vendetta. Volevo tornare con più esperienza. Ero molto più giovane [quando sono andato via nel 2012 dopo una sola stagione in prima squadra e tre presenze in Premier League]. Quando sono andato via ho conosciuto un calcio diverso e ho acquisito esperienza. Ho giocato anche in Champions League, sono tornato con maggiore maturità.

Naturalmente per me è stato come tornare a casa. Sono entrato nelle giovanili dello United e questa è la mia casa e sarà sempre così. Sono cresciuto io, così come sono cresciuti i miei compagni di squadra dell'epoca, e adesso siamo di nuovo tutti insieme in prima squadra, quindi è una bella storia.

Sulla collaborazione con la campagna #Equal Game della UEFA

Messi, Ronaldo, Pogba e Hegerberg sostengono la campagna #EqualGame
Messi, Ronaldo, Pogba e Hegerberg sostengono la campagna #EqualGame

Cerchiamo di essere dei modelli di ruolo per tutti. Dobbiamo anche inviare il messaggio che tutti possono praticare uno sport come il calcio. Rende le persone felici. Quando [la Francia] è diventata campione del mondo, eravamo tutti insieme. Ogni razza si è riunita, tutti ci siamo abbracciati e baciati; è stato meraviglioso, ed è ciò che il calcio può dare alle persone di tutto il mondo.

Cinque grandi gol di Pogba
Cinque grandi gol di Pogba

Lo sport può unire la gente e lo scopo di questa campagna è proprio questo: rendere le persone consapevoli del fatto che il calcio sia per tutti, non per un solo colore di pelle. Se guardi il Manchester [United], abbiamo belgi, italiani, brasiliani e siamo tutti insieme. Impariamo le culture degli altri e scopriamo tante cose interessanti. Conduciamo tutti le stesse vite, e l'unica differenza è che veniamo da paesi diversi.

Ci rispettiamo e ci accettiamo tutti poiché rispetto e accettazione sono fondamentali. Questa è la chiave per la vita. Non puoi permetterti di rimanere attaccato a cose come la discriminazione, la razza e altro del genere. Quando viviamo insieme, viviamo meglio.

In alto