Il talento della settimana di UEFA.com: Gastón Pereiro

Il PSV si è aggiudicato il cartellino del giovane talento Gastón Pereiro, attaccante 20enne uruguaiano che vuole seguire le orme degli illustri connazionali Álvaro Recoba e Luis Suárez. Conosciamo il talento della settimana di UEFA.com.

Gastón Pereiro in azione con l'Uruguay U20
Gastón Pereiro in azione con l'Uruguay U20 ©Getty Images

Dopo aver portato in Europa Romário e Ronaldo, il PSV si è aggiudicato il cartellino di un altro giovane sudamericano molto quotato. Conosciamo Gastón Pereiro, l'uruguaiano che vuole seguire le orme di altri illustri connazionali come Álvaro Recoba e Luis Suárez. 

Nome: Gastón Pereiro
Squadra: PSV Eindhoven
Debutto: 2 agosto 2015 contro il Groningen (Supercoppa d'Olanda)
Ruolo: centrocampista/attaccante
Nazionalità: uruguaiana
Data di nascita: 11/06/1995
Piede preferito: sinistro
Altezza: 188 cm

Dicono di lui…
"Pereiro è un attaccante versatile. È bravo nel gioco aereo, ha fiuto per il gol e ha un ottimo equilibrio. Potenzialmente può diventare un giocatore completo. Sta facendo bene e scalpita [per una maglia da titolare]".
Phillip Cocu, allenatore PSV

Le origini...
Nato a Montevideo, Pereiro si mette in mostra con la squadra locale del Racing prima di trasferirsi nel più quotato Nacional a 13 anni. Dopo aver brillato nelle giovanili, debutta in Copa Libertadores nel gennaio 2014, e segna la prima rete in campionato quattro giorni dopo contro la sua ex squadra, il Racing. Lo stesso anno realizza il sogno di giocare insieme al suo idolo Álvaro Recoba, e vince il campionato. Nel luglio 2015, con il viso del 'Chino' Recoba tatuato sul braccio, il giovane uruguaiano si trasferisce al PSV Eindhoven – prendendo la numero 7, libera dopo la partenza di Memphis Depay.

La Rete di Luis Suárez candidata a 'Gol della Settimana'
La Rete di Luis Suárez candidata a 'Gol della Settimana'

Stile di gioco…
Forte fisicamente, a proprio agio su entrambe le fasce, o schierato a supporto della punta, Pereiro fa del suo sinistro e dei dribbling imprevedibili la sua arma vincente. Ha indubbiamente le carte in regola per affermarsi in Europa e il suo cammino ricorda quello di un altro uruguaiano che aveva avuto un buon inizio col Nacional prima di trasferirsi in Olanda: Luis Suárez.

Sfumature di…
Pereiro ha ammesso di ispirarsi a un altro possente mancino, ovvero Robin van Persie. Al Nacional invece è rimasto a lungo ad osservare anche dopo gli allenamenti il suo idolo Recoba, maestro dei calci piazzati. 

Vota la tua Squadra dell'Anno
Vota la tua Squadra dell'Anno

Momento magico...
Il 4 ottobre, alla prima partita da titolare con i campioni d'Olanda, Pereiro mette in mostra tutte le sue qualità. Schierato titolare da Cocu nella sfida decisiva in Eredivisie contro la capolista Ajax (per via dell'indisponibilità di Maxime Lestienne), l'esterno uruguaiano sigla una doppietta nel 2-1 finale. Dopo appena sette minuti segna la prima rete con un bel taglio a spiazzare la difesa, e raddoppia a 11 minuti dalla fine ponendo così fine all'imbattibilità dell'Ajax tra la gioia dei tifosi del PSV che lo eleggono a nuovo beniamino. Tre settimane dopo Pereiro segna una tripletta in Coppa d'Olanda contro il Genemuiden, squadra di terza divisione.

La migliore delle ipotesi…
Pereiro sta facendo molto bene con il PSV e finora ha segnato otto reti in 20 partite. Sebbene i titolari delle corsie esterne siano Lestienne e Luciano Narsingh, l'uruguaiano si sta rivelando un ottimo jolly da schierare a partita in corso – tanto che ha già disputato quattro partite di UEFA Champions League. Dopo aver fatto molto bene nei Mondiali FIFA U20 di maggio/giugno – dove ha siglato la rete decisiva nella vittoria contro i futuri campioni della Serbia nella fase a gironi – Pereiro potrebbe presto ricevere la chiamata dalla nazionale maggiore.

Lui dice…
"Mi piace molto spaziare da sinistra a destra. Quando ero piccolo giocavo da attaccante esterno a sinistra, poi ho arretrato di qualche metro il baricentro. Il PSV ha una lunga tradizione con i giocatori sudamericani, e quindi mi piacerebbe seguire le loro orme".

In alto