Andata Champions League: la guida

Il terzo turno preliminare comincia questa settimana con 13 squadre che si uniscono alle 17 qualificate dal secondo turno. I reporter di UEFA.com vi raccontano le sfide dei preliminari.

Shakhtar ha iniziato bene la stagione 2015/16
Shakhtar ha iniziato bene la stagione 2015/16 ©FC Shakhtar Donetsk

Il terzo turno preliminare di UEFA Champions League comincia questa settimana con 13 squadre che si uniscono alle 17 qualificate dal secondo turno. I reporter di UEFA.com vi raccontano le sfide dei preliminari.

Elenco completo delle partite

Lo Shakhtar è in forma (martedì, 20.00)
Lo Shakhtar Donetsk si reca in casa del Fenerbahçe - nello stadio che li ha visti sollevare la Coppa UEFA nel 2009 - con l'umore alle stelle dopo aver vinto la Supercoppa d'Ucraina e due partite di campionato. Douglas Costa, Luiz Adriano e Fernando hanno cambiato aria ma Mircea Lucescu ha ancora una squadra di prima fascia costruita attorno ad Alex Teixeira, già a quota quattro in questa stagione. Anche Marlos e Taison sono pilastri della squadra, mentre il 19enne Viktor Kovalenko è un talento che sta bruciando le tappe. Giovedì scorso lo Shakhtar ha vinto 4-1 in casa del Volyn Lutsk, dimostrando maturità tattica e un contropiede velenoso. La difesa ha traballato pù del dovuto con Yaroslav Rakitskiy e Ivan Ordets. Le notizie migliori riguardano Darijo Srna e Taras Stepanenko, tornati entrambi disponibili.
Igor Lynnik

František Rajtoral torna a Tel Aviv
František Rajtoral torna a Tel Aviv©Getty Images

Non c'è due senza tre per il Plzeň? (martedì, 19.30)
"Il Plzeň è pronto a fare il suo dovere", hanno sottolineato i giornali cechi dopo il sorteggio col Maccabi Tel-Aviv (che a sua volta ha eliminato i maltesi dell'Hibernians). In due precedenti campagne di qualificazione UEFA Champions League, nel 2011/12 e 2013/14, il Plzeň ha disputato un cammino perfetto vincendo 12 volte, e adesso spera di ripetere l'impresa per la terza volta. Il Viktoria tra l'altro ha già giocato a Tel Aviv, avendo battuto l'Hapoel 2-1 fuori casa nella fase a gironi di UEFA Europa League nell'ottobre del 2012. L'eroe della serata quella sera fu František Rajtora, che oggi dice: "Sappiamo cosa aspettarci – un'atmosfera caldissima, un clima diverso dal nostro e giocatori rapidi e di altissima qualità".
Ondřej Zlámal

La missione moscovita dello Sparta (martedì, 18.15)
Il 30 settembre 2010, lo Sparta Praha disputa una buona partita in UEFA Europa League in casa del CSKA Moskva, ma subisce tre reti negli ultimi 18 minuti e perde 3-0. "La difesa del CSKA è praticamente la stessa, ma per il resto la squadra è cambiata", spiega il tecnico dello Sparta, Zdeněk Ščasný. "Sono felice di giocare l'andata in trasferta".
Ondřej Zlámal

Uli Forte teme il Monaco
Uli Forte teme il Monaco©Getty Images

Young Boys rivelazione? (martedì, 20.15)
Come l'anno scorso, lo Young Boys ha cominciato la stagione con due pareggi per 1-1 nelle prime due partite. Per i media questi risultati sono stati l'occasione per criticare la squadra che invece quest'anno puntava dichiaratamente alla vittoria della Super League Svizzera . "Speravamo di fare qualcosa in più ma la pressione adesso è tanta", ha spiegato il tecnico Uli Forte, visibilmente contrariato dopo aver cominciato anche questa stagione con due pareggi. L'anno scorso Forte aveva parole di incorggiamento per la squadra, ma quest'anno le cose sembrano cambiate, specialmente dopo un ritiro ricco di soddisfazioni in cui lo YB ha pure battuto i tedeschi del VfB Stuttgart per 4-1, e in cui Miralem Sulejmani sembrava dovesse fare sfracelli. "Siamo l'outsider delle qualificazioni", ha ammesso Forte in vista del doppio confronto contro il Monaco che nella passata stagione di UEFA Champions League è giunto sino ai quarti di finale.
Steffen Potter

Hodžić protagonista assoluto (martedì, 21.00)
I campioni croati della Dinamo Zagreb hanno riscaldato i motori in vista della partita in casa dei norvegesi del Molde, vincendo martedì scorso per 5-1 in campionato contro l'Inter Zaprešić. Protagonista della partita è stato il 21enne attaccante dell'Under 21, Armin Hodžić, autore di una tripletta, di cui una rete in sforbiciata destinato a candidarsi come più bel gol della stagione in Croazia.
Elvir Islamović

Jean Sony Alcénat al Petrolul
Jean Sony Alcénat al Petrolul©Getty Images

Lo Steaua punta tutto sull'Europa (mercoledì, 20.30)
Il passaggio nel secondo turno di qualificazione contro l'AS Trenčín – ottenuto nonostante la sconfitta in casa per 3-2 – è stato fondamentale per le finanze dello Steaua București. Lo Steaua non ha ancora vinto in stagione alla Bucharest National Arena. Infatti in campionato tra le mura amiche sono arrivati due pareggi e una sconfitta nel ritorno contro il Trenčín. Adesso possono tuttavia schierare il nuovo acquisto Jean Sony Alcénat, passato allo Steaua dal Petrolul Ploieşti al termine della CONCACAF Gold Cup. Il terzino destro è entrato nel secondo tempo in occasione del pareggio di sabato per 1-1 con il CFR Cluj, giusto per velocizzare l'adattamento alla squadra e al fuso orario. Con Alcénat adesso dovrebbe essere coperto il buco in quel ruolo evidenziato nella sfida contro il Trenčín.
Paul-Daniel Zaharia

Un dolce ritorno per l'Ajax (mercoledì, 21.05)
L'Ajax torna all'Ernst-Happel-Stadion di Vienna, 20 anni dopo l'ultimo titolo europeo conquistato proprio in quello stadio. Nel 1995 gli olandesi sconfissero l'AC Milan per 1-0 e si laurearono campioni d'Europa. L'attuale tecnico dell'Ajax, Frank de Boer, all'epoca faceva parte di quella squadra stellare in cui giocavano leggende come Marc Overmars, Clarence Seedorf, Frank Rijkaard, Edwin van der Sar e il cannoniere Patrick Kluivert.
Steffen Potter

In alto