UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Quali sono le giocate migliori nella storia della UEFA Champions League?

Proseguiamo con l'iniziativa '30 Seasons of That #UCLFeeling' ripercorrendo le giocate più belle nella storia della UEFA Champions League.

In UEFA Champions League giocano i migliori calciatori del mondo e di conseguenza in ogni partita si vedono giocate fantastiche che spesso sembrano impossibili solo a pensarle.

Vote and win here!

Con l'iniziativa '30 Seasons of That #UCLFeeling', vi chiediamo quale tra questi sei numeri di classe assoluta merita di vincere il titolo di miglior giocata nella storia della UEFA Champions League.

Nel corso della stagione 2021/22, la UEFA chiederà ai tifosi di votare i momenti più iconici da quando la Coppa dei Campioni è stata rinnovata diventando UEFA Champions League all'inizio degli anni '90. '30 Seasons of That #UCLFeeling' darà ai tifosi la possibilità di votare su tutto, dai gol alle esultanze memorabili, alle rimonte impossibili, alle giocate più belle sino alle parate ai limiti dell'immaginazione.

I tre tocchi ubriacanti di Karim Benzema

30 Seasons of That #UCLFeeling: le giocate - Benzema
30 Seasons of That #UCLFeeling: le giocate - Benzema

Atlético - Real Madrid 2-1 (tot.: 2-4)
10/05/2017, ritorno semifinale

Tempismo, velocità e fiuto del gol sono stati il marchio di fabbrica di Karim Benzema nel corso della sua brillante carriera al Real Madrid, ma il suo strabiliante gioco di gambe contro l'Atlético ha evidenziato un altro aspetto dello straordinario repertorio del francese. Guardate la rapida successione di tocchi che hanno ubriacato tre difensori dell'Atléti all'altezza della linea di fondo prima di un assist verso il centro per Toni Kroos da cui è poi nato il gol che ha spento ogni velleità di rimonta dei Colchoneros.

"È stata una gran giocata da parte di Benzema", ha ammesso il tecnico di casa, Diego Simeone. Anche l'allenatore del Real Madrid, Zinédine Zidane, ha riconosciuto il gran lavoro sulla linea di fondo del francese: "Gli ho chiesso come avesse fatto e mi ha risposto che nemmeno lui lo sapeva!"

Il pallonetto di Lionel Messi

30 Seasons of That #UCLFeeling: le giocate - Messi
30 Seasons of That #UCLFeeling: le giocate - Messi

Barcelona - Arsenal 3-1 (tot.: 4-3)
08/03/2011, ritorno ottavi di finale

Il filtrante di Andrés Iniesta per Messi nel vantaggio contro l'Arsenal è già di per sé un pezzo di rara bravura, ma il tocco con cui l'argentino ha superato Manuel Almunia è semplicemente da standing ovation.

La leggenda dell'AC Milan, Paolo Maldini, ha riassunto quella giocata e l'essenza di Messi dicendo: "Fa cose incredibili a una velocità folle". Anche un mito del Real Madrid, Raúl González, ha espresso lo stesso giudizio: "L'altro giorno ho visto una delle sue partite. Correva con la palla a tutta velocità, non so quanti tocchi abbia fatto, forse cinque o sei, ma la palla era incollata al suo piede. Fa cose impossibili".

L'elastico di Ronaldinho

30 Seasons of That #UCLFeeling: le giocate - Ronaldinho
30 Seasons of That #UCLFeeling: le giocate - Ronaldinho

Tante volte con Barcellona e AC Milan

Uno dei pezzi più pregiati nel repertorio di Ronaldinho è il suo celebre "elastico": spingere il pallone da un lato simulando un movimento prima di cambiare improvvisamente lato senza staccare il piede dal pallone lasciando sul posto l'avversario di turno.

"Fa sembrare tutto facile e gioca sempre col sorriso stampato sul volto, è un genio col pallone tra i piedi", ha detto David Beckham. Anche Neymar si è associato: "Nessuno può paragonarsi a Ronaldinho. Ricordo le sue giocate, i suoi dribbling. Ricordo anche che ha vinto tutti i trofei possibili al Camp Nou".

Il genio di Mesut Özil

30 Seasons of That #UCLFeeling: Skills - Özil
30 Seasons of That #UCLFeeling: Skills - Özil

Ludogorets - Arsenal 2-3
01/11/2016, fase a gironi

"Mesut, fratello, sappiamo che sei bravo, ma WOW!", ha detto in un tweet Hector Bellerín dopo che il suo compagno di squadra ha completato la rimonta segnando il gol della vittoria in Bulgaria in grande stile: prima ha saltato il portiere con un pallonetto e poi ha mandato fuori tempo due difensori con una finta prima di depositare il pallone in porta.

Da amante dell'arte, il tecnico dei Gunners, Wenger, deve essere rimasto impressionato, anche se ha detto che avrebbe preferito che il suo numero 10 avesse giocato un po' più semplice in quella situazione: "Per un attimo non mi è sembrata la scelta migliore, ma quando la palla è entrata in porta ho capito che lo fosse".

L'Aurelio di Rodrigo Taddei

30 Seasons of That #UCLFeeling: le giocate -Taddei
30 Seasons of That #UCLFeeling: le giocate -Taddei

Olympiacos - Roma 0-1
18/10/2006, fase a gironi

Rodrigo Taddei ha lasciato un buon ricordo alla Roma dove ha sempre giocato col sorriso: "Il calcio mi ha sempre dato tutto quello che volevo". La giocata è stata ribattezzata 'Aurelio' in onore del vice allenatore della Roma, Aurelio Andreazzoli, che aveva visto più volte il centrocampista brasiliano fare questa giocata in allenamento incoraggiandolo a provarla in partita.

L'occasione è arrivata nella fase a gironi, in una partita giocata nel Pireo. Taddei dentro l'area ha così messo il pallone sotto il piede facendolo passare in mezzo alle gambe fingendo di andare da un lato per poi spostarsi sull'altro lato liberandosi della marcatura.

Lo slalom di Jay-Jay Okocha

30 Seasons of That #UCLFeeling: la giocata - Okocha
30 Seasons of That #UCLFeeling: la giocata - Okocha

Fenerbahçe - Manchester United 0-0
16/10/1996, fase a gironi

Quando Okocha giocava col Bolton Wanderers in Inghilterra, Sir Alex Ferguson espresse tutta la sua ammirazione per il regista nigeriano dicendo: "Okocha è un calciatore fantastico. Mi diverto tantissimo a guardarlo giocare".

Nella sfida contro il Manchester United, Okocha prende palla sulla sinistra facendo un paio di finte su Gary Neville che resta spiazzato dalla velocità del nigeriano che va via con un pallonetto sulla linea di fondo. Queste giocate (e alcuni gol mozzafiato) hanno reso Okocha un beniamino dei tifosi del Fenerbahçe.

Vota e vinci!