Classiche di Champions League: Barcellona - Bayern 0-3

Il racconto della semifinale di ritorno del 2013, che potrai riguardare su UEFA.tv martedì dalle 17:00.

Il Bayern è in vantaggio per 4-0 sul Barcellona dopo la semifinale di andata di UEFA Champions League 2012/13, ma si aspetta una dura battaglia al Camp Nou.

GUARDA LA REPLICA INTEGRALE DELLA PARTITA

Contesto

Vincitore della UEFA Champions League in tre delle sette edizioni precedenti, il Barcellona è in vetta alla Liga e si prepara ad affrontare il Bayern in semifinale. Nella gara di andata a Monaco, con Messi fuori forma, i blaugrana vengono travolti dalla squadra di Jupp Heynckes, appena incoronata campione di Germania. I padroni di casa si portano sul 2-0 prima dell'intervallo con Thomas Müller e Mario Gómez e, fiutando la vulnerabilità degli ospiti, affondano nella ripresa con Arjen Robben e Müller. Per il Barça è la sconfitta più pesante dal 4-0 casalingo contro la Dynamo Kyiv a novembre 1997. Potrà mai andare peggio di così?

Thomas Müller, autore di due gol all'andata
Thomas Müller, autore di due gol all'andataAFP via Getty Images

I protagonisti

Franck Ribéry: in una gara in cui il Bayern cerca di sorprendere il Barça in contropiede, l'esterno francese è il protagonista assoluto, pur non entrando sul tabellino dei marcatori.

Arjen Robben: l'olandese va a segno in entrambe le gare, completando la vittoria complessiva più ampia di sempre in semifinale nella storia della UEFA Champions League.

Gerard Piqué: con Messi in panchina per un infortunio al bicipite femorale, il centrale è il giocatore del Barcellona più in forma della serata.

Cronaca

Con Messi in panchina, il Barcellona cerca di recuperare l'orgoglio ma si espone al contropiede del Bayern. Piqué deve compiere una serie di interventi strepitosi per andare all'intervallo sullo 0-0.

Arjen Robben dopo il gol del vantaggio al Camp Nou
Arjen Robben dopo il gol del vantaggio al Camp NouAFP via Getty Images

La svolta, però, arriva nella ripresa. Robben dribbla un difensore e apre le marcature con il suo tipico tiro a giro, infliggendo un altro duro colpo ai padroni di casa. Xavi Hernández e Andrés Iniesta sembrano fuori partita. Un tiro di Ribéry si insacca con una sfortunata deviazione di Piqué, poi il francese serve un cross sul secondo palo per Müller, che firma il terzo gol della serata. Per la prima volta dal 1987, il Barcellona perde entrambe le semifinali.

Reazioni

Javi Martínez, centrocampista Bayern: "Non ci aspettavamo questi risultati semplicemente perché da anni il Barcellona è la squadra più forte del mondo. Non è stato facile come sembra. Abbiamo lavorato molto e giocato bene; alla fine abbiamo dimostrato che stavolta siamo stati superiori".

Jupp Heynckes dà istruzioni a Franck Ribéry a Barcellona
Jupp Heynckes dà istruzioni a Franck Ribéry a BarcellonaAFP via Getty Images

Jupp Heynckes, allenatore Bayern: "È innegabile che il Barcellona sia una squadra diversa senza Messi. In ogni caso, nessuno si aspettava un 7-0 complessivo. La squadra ha capito bene l'approccio tattico e lo ha eseguito alla perfezione. La nostra organizzazione è stata perfetta".

Gerard Piqué, difensore Barcellona: "Quando una squadra è nettamente più forte della tua, si può solo farle i complimenti".

Sempre quella sera…

CONOSCI LA STORIA?

Il 1° maggio non si giocano altre partite europee, anche lo Slovan Bratislava e il Vaduz vincono rispettivamente la Coppa della Slovacchia e del Liechtenstein. La sera prima, il Borussia Dortmund di Jürgen Klopp aveva staccato il biglietto per la finale di UEFA Champions League a Wembley nonostante una sconfitta per 2-0 sul campo del Real Madrid.

E poi?

Highlights finale 2013: Bayern - Dortmund 2-1
Highlights finale 2013: Bayern - Dortmund 2-1

La prima finale di UEFA Champions League tutta tedesca si conclude con un 2-1 per il Bayern con gol di Mario Mandžukić e Robben (che sarà anche il migliore in campo). Con questo successo, il Bayern diventa anche la prima squadra tedesca a vincere il triplete. Nel 2014 inizierà una nuova era con l'arrivo di Robert Lewandowski.

Il Barcellona vince il campionato 2012/13 con 100 punti e un distacco di 15 lunghezze sulla seconda (record). In estate, però, il tecnico Tito Vilanova lascia la panchina per proseguire la sua battaglia contro il cancro. Morirà ad aprile 2014 a soli 45 anni.