1984/85: Il calcio piange le vittime dell'Heysel

1984/85: Il calcio piange le vittime dell'Heysel
1984/85: Il calcio piange le vittime dell'Heysel ©Getty Images

Juventus FC Liverpool FC 1-0

Doveva essere una finale da sogno: Liverpool FC contro Juventus FC, i detentori della Coppa dei Campioni contro i vincitori della Coppa delle Coppe UEFA. Invece è stato un incubo. Trentanove tifosi juventini morti, schiacciati contro un debole muro di contenimento o caduti dal muro stesso dopo essere stati attaccati dai tifosi del Liverpool prima del calcio d’inizio allo stadio Heysel di Bruxelles il 29 maggio 1985.

Ha deciso un rigore
Alcuni si sono chiesti se è stato opportuno fare giocare la partita. Nella circostanza, si è giocato e Michel Platini ha vinto la Coppa dei Campioni per la Juventus, trasformando un calcio di rigore. Prima della tragedia, la Juventus aveva superato Tampere United FC, Grasshopper-Club, AC Sparta Praha e FC Girondins de Bordeaux. I bianconeri aspiravano a diventare la prima squadra a conquistare tutti e tre i trofei UEFA.

Incerto futuro
In realtà, soltanto la squadra francese aveva impegnato seriamente la squadra di Giovanni Trapattoni. E aveva sfiorato il passaggio in finale vincendo 2-0 nella partita di ritorno delle semifinali, giocata in casa. Il Liverpool aveva marciato anch’esso inesorabilmente verso la finale. Peraltro le sue vittorie su Lech Poznán, SL Benfica, FK Austria Wien e Panathinaikos FC si sarebbero rivelate le ultime a questo livello per molto tempo. Tutte le squadre britanniche sono state infatti squalificate dalle competizioni europee.