Spagna vs Italia: le finali in Champions League

Juventus e Real Madrid  si sfideranno il 3 giugno a Cardiff e UEFA.com ha passato in rassegna tutte le finali del torneo che hanno avuto come protagoniste squadre italiane e spagnole, compresa l'ultima dei Bianconeri contro il Barcellona.

Spagna vs Italia: le finali in Champions League
Spagna vs Italia: le finali in Champions League ©Getty Images

Juventus e Real Madrid si sfideranno il 3 giugno a Cardiff e UEFA.com ha passato in rassegna tutte le finali di Coppa dei Campioni/UEFA Champions League che hanno avuto come protagoniste squadre italiane e spagnole, compresa quella che vide l'AC Milan trionfare contro il 'Dream Team' di Johan Cruyff.

1957: Real Madrid - Fiorentina 2-0
Dopo aver vinto l'edizione inaugurale della Coppa dei Campioni l'anno precedente, il Real Madrid si conferma campione d'Europa contro la Viola. Il portiere della Fiorentina Giuliano Sarti, in grande spolvero, sbarra ripetutamente la strada ad Alfredo Di Stéfano, Raymond Kopa e Francisco Gento, ma deve capitolare dagli 11 metri.

Al 69' il Real usufruisce di un calcio di rigore, trasformato con successo da Di Stéfano. Passano altri 6' e un tocco sublime di Gento consente alle Merengues di difendere il titolo per la gioia dei 124.000 tifosi presenti al Santiago Bernabéu.

Il Real si conferma campione a Bruxelles
Il Real si conferma campione a Bruxelles©Popperfoto/Getty Images

1958: Real Madrid - Milan 3-2 (dts)
A Bruxelles servono i supplementari al Real Madrid per avere la meglio sul Milan e centrare il tris di trionfi europei. Per la seconda stagione di fila, Di Stéfano si rivela decisivo, anche se a chiudere la sfida dello Stadio Heysel sarà una combinazione tra Kopa e Gento.

I campioni in carica trovano pane per i loro denti nel Milan di Cesare Maldini e Nils Liedholm. Di Stéfano firma una delle due reti del pareggio per il Real, portando la sfida ai supplementari, poi al 107' è Gento a siglare il gol-partita per le Merengues.

1964: Inter - Real Madrid 3-1
L'anno dopo i cugini dei Rossoneri diventano la prima squadra italiana a laurearsi campione d'Europa, grazie alla maestria del tecnico Helenio Herrera.

Catenaccio e contropiede sono le parole d'ordine del successo dell'Inter a Vienna contro un Real che in campo schiera due leggende come Ferenc Puskás e Di Stéfano. Le Merengues faticano a trovare spazio tra le maglie della retroguardia nerazzurra, magistralmente schierata da Herrera. 

Sandro Mazzola apre le danze e Aurelio Milani firma il raddoppio nella ripresa. Il gol di Felo riporta in partita il Real, ma Mazzola va a bersaglio per la seconda volta nella serata al termine di un grande assolo e regala un trionfo storico al calcio italiano. 

1992: Sampdoria - Barcellona 0-1 (dts)
Cruyff guida il Barça al suo primo trionfo nella più prestigiosa competizione europea per club. Il gol partita, a Wembley, nasce però dal piede di un difensore, l'olandese Ronald Koeman, e arriva solo nei supplementari.

La sfida è affascinante. Gianluca Vialli e Roberto Mancini evidenziano qualche problema di mira, mentre Michael Laudrup e Hristo Stoichkov vengono tenuti a bada da Gianluca Pagliuca sul fronte opposto.

Servirebbe qualcosa di speciale per scavare un divario tra le due contendenti e a estrarre il coniglio dal cilindro a supplementari inoltrati è Koeman, con un siluro su punizione entrato negli annali.

1994: Milan - Barcellona 4-0
Battuto dall'Olympique de Marseille nella finale dell'anno precedente, il Milan di Fabio Capello replica in grande stile 12 mesi più tardi, pur non partendo con i favori del pronostico. Dejan Savićević segna uno dei quattro gol rossoneri con delizioso pallonetto, contribuendo alla demolizione del 'Dream Team' di Cruyff ad Atene.

Con il capitano Franco Baresi e Alessandro Costacurta entrambi squalificati, il Milan decide di rispondere al fuoco con il fuoco, fronteggiando a viso aperto il talento offensivo del Barça. Stoichkov e Romário vengono messi in secondo piano da Daniele Massaro, che firma i primi due gol rossoneri prima del capolavoro di Savićević e del sigillo di Marcel Desailly su un trionfo memorabile.

La finale 1998 vede la Juventus inchinarsi al Real Madrid
La finale 1998 vede la Juventus inchinarsi al Real Madrid©Popperfoto/Getty Images

1998: Real Madrid - Juventus 1-0

Sei volte vincitrici del torneo, le Merengues devono attendere 32 anni per apporre il settimo sigillo. Il teatro del settebello madrileno è l'Amsterdam ArenA e l'uomo della provvidenza è Predrag Mijatović, autore al 66' del gol-partita.

Finalista sconfitta l'anno precedente e trionfatrice nel 1995/96, la Juve di Marcello Lippi - con in campo Zinedine Zidane, Alessandro Del Piero ed Edgar Davids - godeva dei favori del pronostico, ma il Real di Jupp Heynckes, nonostante un deludente quarto posto in campionato, riuscirà ad avere la meglio sui Bianconeri che pochi giorni prima si erano riconfermati campioni d'Italia. 

2015: Juventus - Barcellona 1-3
I gol di Ivan Rakitić, Luis Suárez e Neymar regalano all'FC Barcelona la quinta corona europea. Per la Juventus, che era riuscita a pareggiare con Álvaro Morata, arriva un'altra sconfitta in finale - la sesta su otto tentativi, la quarta di fila - nonostante una prestazione coraggiosa contro i campioni catalani a Berlino.

Finisce con i tifosi del Barcellona che sventolano orgogliosi le loro sciarpe. Per la Juve un'altra delusione in finale ma a mente fredda i ragazzi di Allegri ripenseranno a questa stagione - e a questa finale - con grande orgoglio.