Italian Day: il 22 maggio festeggiano in 3

Il 22 maggio è un giorno storico per il calcio italiano in Coppa dei Campioni/UEFA Champions League: Milan, Juventus e Inter hanno conquistato un trofeo a testa in questa giornata.

Italian Day: il 22 maggio festeggiano in 3
Italian Day: il 22 maggio festeggiano in 3 ©Getty Images

Il 22 maggio è un giorno storico per il calcio italiano in Coppa dei Campioni/UEFA Champions League: tre squadre, infatti, hanno conquistato un trofeo nella competizione in questa giornata.

Il primo club a festeggiare il 22 maggio è l'AC Milan, che nel 1963 trionfa per la prima volta in Coppa dei Campioni superando 2-1 in finale il Benfica. Nel 1996 è invece la volta della Juventus, che nella finale di Roma sconfigge i campioni in carica dell'Ajax 4-2 ai calci di rigore, e infine tocca all'Inter, che a Madrid sconfigge 2-0 il Bayern Monaco nel 2010, ultimo successo italiano nella competizione finora.

22 maggio 1963: Milan - Benfica 2-1

Altafini ha segnato una doppietta nella finale del 1963
Altafini ha segnato una doppietta nella finale del 1963©Getty Images

Gianni Rivera, Cesare Maldini e Giovanni Trapattoni: sono soltanto tre dei buoni motivi che hanno fatto dell’AC Milan la prima squadra italiana a conquistare la Coppa dei Campioni nel 1962/63. Un quarto, naturalmente, è José Altafini che segna 14 gol in totale nel torneo, di cui otto contro il malcapitato US Luxembourg nel primo turno. La squadra di Nereo Rocco si sbarazza poi di Ipswich Town FC, Galatasaray SK e Dundee FC verso la finale. Nella gara decisiva di Wembley, i Rossoneri si trovano di fronte il Benfica di Eusébio, vincitore delle precedenti due edizioni della competizione. E proprio una rete della stella portoghese porta in vantaggio i campioni in carica nella prima frazione di gioco, ma la doppietta di Altafini nella ripresa regala la prima Coppa dei Campioni al Milan.

Highlights finale 1996: Juventus - Ajax 1-1 (4-2 dcr)
Highlights finale 1996: Juventus - Ajax 1-1 (4-2 dcr)

22 maggio 1996: Juventus - Ajax 1-1 (4-2 dcr)

I Bianconeri iniziano l'avventura eliminando BV Borussia Dortmund, FC Steaua Bucuresti e Rangers FC nella prima fase e vengono sconfitti dal Dortmund solo dopo aver ottenuto la qualificazione come capolista del Gruppo C. La Juve supera poi l'ostacolo Real Madrid CF nei quarti di finale passando il turno con un 2-1 complessivo e conquista la finale di Roma eliminando il Nantes 4-3 nel doppio confronto in semifinale. Allo stadio Olimpico, gli uomini di Marcello Lippi sfidano i campioni in carica dell'Ajax: Fabrizio Ravanelli apre le marcature a inizio gara, ma Jari Litmanen rimette la gara in parità prima dell'intervallo. Il risultato non cambia più fino al termine dei tempi supplementari e la partita si decide così ai calci di rigore, con Vladimir Jugović che trasforma il tiro decisivo per i Bianconeri dopo le parate di Angelo Peruzzi su Edgar Davids e Sonny Silooy.

Highlights finale 2010: Bayern - Inter 0-2
Highlights finale 2010: Bayern - Inter 0-2

22 maggio 2010: Bayern - Inter 0-2

Un’edizione della UEFA Champions League all’insegna delle novità si conclude con un volto noto, quello di José Mourinho, a guidare l’Inter verso la conquista del trofeo contro il Bayern Monaco a Madrid. La presenza numero 700 di Javier Zanetti coincide con la conquista del titolo continentale, che sfuggiva all’Inter da ben 45 anni. L’Inter completa così una stagione straordinaria che la vede prevalere anche in campionato e Coppa Italia. Dopo aver superato Chelsea, CSKA Mosca e Barcellona nella fase a eliminazione diretta, Diego Milito stende il Bayern in finale con una doppietta e i Nerazzurri mettono le mani sulla terza Coppa dei Campioni, la seconda per Mourinho, già vincitore del torneo con il Porto nel 2004.