Perché i tifosi del Montenegro amano Stevan Jovetić

Uno dei più grandi calciatori di sempre del Montenegro, ma anche un ragazzo dal cuore d'oro, ecco perché Stevan Jovetić è così tanto amato dai montenegrini che sperano di rivederlo al top della forma dopo il passggio in prestito al Siviglia.

Perché i tifosi del Montenegro amano Stevan Jovetić
Perché i tifosi del Montenegro amano Stevan Jovetić ©Getty Images

I tifosi del Montenegro sperano che Stevan Jovetić possa ritrovare la strada giusta dopo il trasferimento in prestito dall'Inter al Siviglia. Il Commissario tecnico della nazionale, Ljubiša Tumbaković, è sicuro che il 27enne attaccante abbia fatto la scelta giusta.

"Stevan sta andando in una grande squadra. Il Siviglia è un club prestigioso ed ha un ottimo allenatore. Jorge Sampaoli è un tecnico molto ambizioso, un gran lavoratore e fa giocare la squadra molto bene praticando un calcio offensivo. Jovetić adesso affronterà una nuova sfida in un ambiente che si adatta perfettamente a lui", ha spiegato.

Convocato 44 volte in nazionale, il montenegrino è sicuro di aver fatto la scelta giusta andando in un "grande club con un grande allenatore come Jorge Sampaoli". Indubbiamente questa notizia farà piacere ai suoi tifosi in Montenegro.

Jovetić potrebbe tornare ai fasti di un tempo al Siviglia
Jovetić potrebbe tornare ai fasti di un tempo al Siviglia©Getty Images

In Montenegro, Jovetić è considerato uno dei più grandi calciatori di sempre insieme a Dejan Savićević, Predrag Mijatović e Mirko Vučinić, e la sua reputazione è cresciuta ancora di più nel 2015 dopo che ha aiutato un giovane attaccante in difficoltà.

Quando Milivoje Raičević si è rotto il crociato nell'agosto del 2015, il suo club, ovvero il Budućnost Podgorica, non poteva permettersi le cure necessarie per i 22enne, ma Jovetić – completamente sconosciuto al giocatore e che non aveva mai giocato con il Budućnost – si è improvvisamente intromesso risolvendo al meglio la questione.

"Ha organizzato un incontro col medico che l'aveva curato quando aveva subito lo stesso infortunio [nel 2010]", ha raccontato una volta Raičević. "Jovetić ha pagato tutti gli esami e persino l'intervento".

"Posso solo dirgli un immenso grazie e promettergli che quando tornerò la prossima stagione gli dedicherò un gol". Finora le reti dell'attaccante sono otto, ovvero otto più di quante ne ha fatte Jovetić nelle sue cinque presenze in Serie A da subentrante con l'Inter.

Jovetić dopo un gol nelle Qualificazioni Europee
Jovetić dopo un gol nelle Qualificazioni Europee©AFP/Getty Images

Prelevato dal Mladost, squadra della sua città, dal Partizan di Belgrado a soli 14 anni, Jovetić è esploso con la maglia della Fiorentina nel 2008, anche se ha poi avuto difficoltà a imporsi tra i titolari quando è passato nel 2013 al Manchester City. Le due stagioni all'Inter, infine, sono state molto simili alle due in Inghilterra.

"Dopo il trasferimento in Inghilterra ho avuto tanti problemi fisici e non sono mai riuscito a giocare con continuità", ha spiegato Jovetić, miglior marcatore di sempre della sua nazionale con 19 centri, di cui tre messi a segno nelle attuali Qualificazioni Europee. "All'Inter ho fatto bene per i primi sei mesi, poi ho avuto sempre meno occasioni di giocare. Sono sicuro di ritrovare la strada giusta qui al Siviglia. Faremo il nostro meglio per progredire in Champions League e arrivare tra le prime tre o quattro in Liga".

Jovetić è il quarto montenegrino ad aver vestito la maglia del Siviglia dopo Željko Petrović (1991–92), Dejan Vukićević (1997–99) e Igor Gluščević, decisivo nel ritorno del club nella massima serie nel 1999. Il sogno è che Jovetić possa avere un impatto ancora maggiore dei suoi predecessori.

"Sebbene non abbia vissuto sempre momenti felici all'Inter, Jovetić è sempre stato un professionista esemplare e un leader vero in nazionale", ha detto Tumbaković. "Sono sicuro che migliorerà sempre di più adesso. Sono molto positivo sul suo futuro al Siviglia. Il club l'ha voluto fortemente, e lui ha dimostrato di volerci andare, quindi già queste sono ottime basi per costruire un futuro roseo insieme".

©AFP/Getty Images
©AFP/Getty Images
©AFP/Getty Images