UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Il Dortmund travolge il Legia con sei gol

Al ritorno nella fase a gironi di UEFA Champions League dopo 21 anni, il Legia Varsavia viene travolto dal Borussia Dortmund, che segna tre gol nei primi 17 minuti nel successo per 6-0 nel Gruppo F.

Legia 0-6 Dortmund
Legia 0-6 Dortmund

Il Borussia Dortmund parte alla grande nel Gruppo F di UEFA Champions League stendendo il Legia Warszawa con sei reti.

I campioni polacchi tornano nella fase a gironi della massima competizione europea per club per la prima volta dalla stagione 1995/96 dopo aver superato tre turni preliminari. Ma gli uomini di Besnik Hasi non partono col piede giusto, trovandosi sotto di tre reti dopo soli 17 minuti.

Prima Mario Gotze sfrutta al meglio il cross dalla sinistra di Ousmane Dembele mettendo alle spalle di Arkadiusz Malarz. Poi, in seguito a una punizione calciata da Raphaël Guerreiro free-kick, Sokratis Papastathopoulos raddoppia di testa; dopo un'altra punizione calciata dal portoghese, Marc Bartra segna la terza rete.

Guerreiro sigla la quarta rete a inizio ripresa, prima delle due reti che fissano il risultato finale del subentrato Gonzalo Castro e di Pierre-Emerick Aubameyang.

Giocatore chiave: Raphaël Guerreiro (Dortmund)
Il vincitore di UEFA EURO 2016 non solo ha contribuito a due delle prime tre reti iniziali del BVB, ma anche vanificato ogni possibile speranza di rimonta degli avversari segnando il quarto gol a inizio ripresa. Il portoghese è stato protagonista di un'ottima prestazione sia in fase difensiva che offensiva sulla sinistra, e ha ricoperto un ruolo molto importante nella più larga vittoria esterna del Dortmund in Europa.

Giovani protagonisti nel Dortmund
Ritornato al Dortmund dopo l'esperienza al Bayern, Götze ha dato il via alla larga vittoria del BVB nella prima gara del Gruppo F siglando di testa la prima rete nei minuti iniziali. A 24 anni, il ragazzo progidio cresciuto nel Dortmund era il più anziato del gruppo di giovani schierati da Thomas Tuchel a Varsavia, e composto da Christian Pulišić (17), Dembele (19), Julian Weigl (21), Guerreiro (22), oltre ai subentrati Emre Mor (19) e Matthias Ginter (22) .

Legia mai in partita
L'allenatore del Legia Hasi ama cambiare i suoi uomini e la formazione di stasera presentava diverse sorprese, con l'affidabile attaccante Nemanja Nikolić lasciato in panchina per lasciar posto ad Aleksandar Prijović, con il debuttante Valeri Kazaishvili schierato titolare a centrocampo e con la nuova coppia difensiva composta da Maciej Dąbrowski e Jakub Czerwiński. In questo contesto, la sconfitta di stasera sembra maggiormente comprensibile, considerando anche il fatto che il Legia non è partito benissimo nel campionato polacco, dove occupa attualmente il quarto posto.

©AFP/Getty Images
©Getty Images
©AFP/Getty Images
©AFP/Getty Images
©Getty Images
©AFP/Getty Images
©AFP/Getty Images