UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Solo sorrisi allo Juventus Stadium

Il pareggio tra Juventus e Atlético Madrid soddisfa tutti: "Abbiamo meritato la qualificazione", ha sottolineato Allegri; "orgogliosi del primato", ha replicato Simeone. Secondo Tévez "la vera Champions League comincia adesso".

Pogba missione compiuta
Pogba missione compiuta

Massimiliano Allegri non ha nascosto la sua soddisfazione per aver centrato l'accesso agli ottavi di finale di UEFA Champions League con la Juventus grazie allo 0-0 contro il Club Atlético de Madrid
Diego Simeone si è detto felice per il primato nel Gruppo A e ha sottolineato che il pressing di Mario Mandžukić abbia quasi costretto la Juve "a giocare con un uomo in meno"
Secondo Gianluigi Buffon, per quanto mostrato sul campo nel girone i Bianconeri avrebbero meritato la qualificazione "con una o due partite di ancticipo"
Carlos Tévez è sicuro: "La vera Champions League comincia ora"
• Il sorteggio per gli ottavi di finale si svolgerà a Nyon alle 12.00 CET del 15 dicembre

Massimiliano Allegri, allenatore Juventus
Affrontare l'Atlètico non è mai semplice, perché è una squadra che difende molto bene, e trovare spazio tra le linee è difficilissimo contro di loro. In un paio di occasioni abbiamo rischiato e Buffon è stato molto bravo. Nella ripresa abbiamo provato a vincere senza rischiare troppo per non compromettere una qualificazione che abbiamo pienamente meritato. Alla fine è il risultato ciò che conta.

La squadra deve ancora migliorare, quando si affrontano avversarie di alto livello bisogna giocare bene e concedere poco, come fa l'Atlético. Creare pericoli contro di loro è sempre molto difficile, è una squadra che fa risultati da quattro anni e finora ha fatto grandi cose. E' una delle avversarie più difficili da affrontare in assoluto.

Ora aspettiamo il sorteggio e vedremo che cosa ci riserverà. Da febbraio comincerà un torneo diverso e bisognerà farsi trovare in condizioni ideali al momento opportuno. In Europa ci sono due o tre squadre al di sopra delle altre, Barcellona, Real Madrid Bayern e anche il Chelsea, ma la Juve può giocarsela con chiunque. Fare il salto di qualità non è facile, ma la squadra deve avere questa consapevolezza, perché in Europa abbiamo fatto bene contro tutte le avversarie di livello.

Diego Simeone, allenatore Atlético Madrid
La qualificazione è molto importante e per il secondo anno di fila l'abbiamo ottenuta vincendo il girone, perciò sono molto soddisfatto. Il primo tempo è stato molto tirato, con occasioni da entrambe le parti, mentre nella ripresa abbiamo provato a controllare la partita cercando di creare una situazione di contropiede che ci permettesse di vincere la partita.

Sono felice di come la squadra ha interpretato la partita. Abbiamo affrontato un'avversaria molto forte, ma è come se la Juve avesse giocato con un uomo in meno per come Mario Mandžukić ha pressato Andrea Pirlo impedendogli di entrare nel vivo del gioco. Sono molto soddisfatto anche della prestazione di Koke. Ora aspetteremo con grande umiltà di conoscere che cosa ci riserverà il sorteggio.

Paul Pogba, centrocampista Juventus
Il nostro obiettivo era raggiungere gli ottavi di finale e siamo felici di esserci riusciti. Ora dobbiamo guardare avanti, senza preoccuparci troppo dell'avversaria che affronteremo e godendoci il risultato di oggi.

Sapevamo che l'Atlético è molto forte in difesa. Loro sono un gruppo unito, i reparti sono molto vicini l'uno all'altro e tutti i giocatori si aiutano. Giocano come una vera squadra ed è questo il loro punto di forza. Anche noi però abbiamo giocato bene stasera, ci serviva questo risultato per qualificarci e abbiamo ottenuto ciò che volevamo.

Eravamo molto concentrati. Abbiamo fatto le cose semplici, quelle più giuste. E' questa la cosa che ho apprezzato di più. Siamo molto soddisfatti perché la scorsa stagione non eravamo riusciti a qualificarci, invece questa volta siamo approdati agli ottavi di finale.

Diego Godín, difensore Atlético Madrid
"Siamo molto felici di aver centrato il primo grande obiettivo dell'anno, che era quello di approdare agli ottavi di finale di Champions league come vincitori del girone. La partita di stasera era complicata e il fatto di non aver subito gol, disputando una buona gara, è stato importante.

In campo siamo stati ordinati e ci siamo difesi bene. Nel primo tempo abbiamo avuto anche alcune occasioni per passare in vantaggio, poi nel finale sia noi che la Juve ci siamo accontentati dello 0-0, perché avevamo speso tutti molte energie. A quel punto abbiamo cercato di portare a casa il pareggio senza correre troppi rischi e fortunatamente ci siamo riusciti.

Gianluigi Buffon, portiere Juventus
Dopo le prime tre parttite [del girone] la situazione si era fatta complicata, poi siamo stati bravi a rimetterla in piedi e siamo arrivati all'ultima partita con la necessità di un punto per qualificarci. Per quanto abbiamo fatto vedere sul campo penso che sia stato ingiusto, perché avremmo meritato di superare il turno con una o due gare di anticipo a mio parere.

Credo che non ci sia molta differenza tra vincere il girone ed arrivare secondi. Prima o poi arriva per tutti il momento di affrontare le squadre migliori e se sei forte puoi batterle sia prima che dopo, anche agli ottavi di finale.

Carlos Tévez, attaccante Juventus
Oggi ci sono state due partite, una nel primo tempo e un'altra nella ripresa. Nel primo tempo loro hanno chiuso tutti gli spazi ed era impossibile creare occasioni, mentre nella ripresa siamo riusciti a renderci più pericolosi. Ora comincia la vera Champions [League], la cosa importante è aver centrato l'accesso agli ottavi di finale, un obiettivo che lo scorso anno ci era sfuggito.