I giovani da seguire nella fase a gironi

Squadra per squadra, UEFA.com passa in rassegna i talenti che potrebbero lasciare il segno nella fase a gironi di UEFA Champions League in questa stagione.

Pierre Højbjerg (Bayern, al centro) in Bundesliga contro lo Schalke
Pierre Højbjerg (Bayern, al centro) in Bundesliga contro lo Schalke ©Getty Images

Gruppo A

Saúl Ñíguez (Club Atlético de Madrid)
Tornato da un prestito alRayo Vallecano de Madrid, il 19enne centrocampista centrale è stato paragonato a Koke (altro prodotto del vivaio) da Diego Simeone.
Kingsley Coman (Juventus)
Dopo il grande successo di Paul Pogba, la Juve spera in un altro giovane francese. Prelevato quest'estate dal Paris Saint-Germain, il 18enne attaccante è stato il migliore in campo nella prima gara di campionato contro l'AC Chievo Verona.
Isaac Thelin (Malmö FF)

Il 22enne attaccante, arrivato a metà luglio dall'IFK Norrköping, ha segnato contro FK Ventspils e AC Sparta Praha nelle qualificazioni di UEFA Champions League dopo l'esordio nella Svezia Under 21.
Jorge Benitez (Olympiacos FC)
In arrivo dal Club Guaraní, il 22enne attaccante paraguaiano potrebbe fare bene se dovesse adattarsi velocemente al calcio europeo. Il fatto che la squadra sia costruita intorno a lui per servirlo dalle fasce è senz'altro d'aiuto.

Gruppo B

Raheem Sterling si è messo in luce con il Liverpool
Raheem Sterling si è messo in luce con il Liverpool©AFP/Getty Images

Luca Zuffi (FC Basel 1893) 
In Svizzera (e non solo) si è parlato molto di questo centrocampista di 24 anni, che grazie alla sua sicurezza e alla sua intelligenza tattica potrebbe presentarsi ben presto all'Europa intera.
Raheem Sterling (Liverpool FC)

Il Liverpool spera che la velocità e la freddezza dell'attaccante facciano dimenticare ben presto Luis Suárez. Allo stesso tempo, la speranza è che l'ottima intesa con Daniel Sturridge continui ad aumentare nel corso della stagione.
Georgi Terziev (PFC Ludogorets Razgrad)
Campione di Bulgaria alla prima stagione con il Ludogorets, il centrale cresce partita dopo partita. Oltre ad aver dimostrato una grande solidità in entrambi gli spareggi contro l'FC Steaua Bucureşti, può contare sugli insegnamenti del compagno di reparto Cosmin Moţi.
Jesé Rodríguez (Real Madrid CF)
Dopo il pesante infortunio al ginocchio agli ottavi della scorsa stagione contro l'FC Schalke 04, il 21enne attaccante cercherà di giustificare la decisione di Carlo Ancelotti, che non ha voluto acquistare altri giocatori come eventuali sostituti di Karim Benzema.

Gruppo C

Geoffrey Kondogbia
(AS Monaco FC)
Vincitore della Coppa del Mondo FIFA Under 20 del 2013 con la Francia e già esordiente in nazionale maggiore, Kondogbia è approdato dal Sevilla FC un anno fa e ha dimostrato di avere tutto il talento necessario per brillare nella fase a gironi. A 21 anni, è già uno dei migliori centrocampisti a tutto campo in Ligue 1.
Vladlen Yurchenko (Bayer 04 Leverkusen)

Mentre i giovani Julian Brandt e Levin Öztunali hanno esordito in prima squadra la scorsa stagione, Yurchenko potrebbe farlo quest'anno. L'attaccante ucraino, 20 anni, si è messo in luce nel precampionato con quattro gol in altrettante partite.
Ivan Solovyev (FC Zenit)
A 21 anni, Solovyev è considerato una delle più grandi promesse in Russia. Cresciuto nel vivaio dell'FC Dinamo Moskva, è arrivato allo Zenit nel 2013 e vuole dimostrare il suo valore dopo un breve prestito all'FC Amkar Perm.
Talisca (SL Benfica)
Il Benfica coltiva grandi speranze nel 20enne Talisca, arrivato quest'estate dall'EC Bahia. Il giocatore si trova a suo agio a centrocampo o dietro le punte e si è già fatto notare per velocità, efficacia nei passaggi e per un sinistro potente.

Pierre-Emerick Aubameyang si è ambientato al Dortmund
Pierre-Emerick Aubameyang si è ambientato al Dortmund©Getty Images

Gruppo D

Calum Chambers (Arsenal FC)
Cresciuto nel vivaio del Southampton FC e da poco convocato nell'Inghilterra, il 19enne giocatore doveva essere il terzino destro di riserva dell'Arsenal ma ha subito trovato posto al centro della difesa. Con flessibilità, capacità di lettura della manovra e grande calma, ha fatto capire che giocherà con costanza.
Pierre-Emerick Aubameyang (Borussia Dortmund)
Annunciare un giocatore che ha già 25 anni e che nella scorsa stagione ha segnato 16 gol potrebbe sembrare fuori luogo, ma l'ex attaccante dell'AS Saint-Étienne sembra più a suo agio dopo le critiche alle sue capacità di copertura in fase difensiva.
Bruma (Galatasaray AŞ)
Approdato dallo Sporting Clube de Portugal per 10 milioni di euro 12 mesi fa, Bruma ha saltato la seconda parte della scorsa stagione per un intervento al ginocchio. Dopo aver ritrovato la convinzione e la forma, il 19enne esterno sinistro dovrebbe essere sfruttato ampiamente da Cesare Prandelli.
Youri Tielemans (RSC Anderlecht)
Esordiente in prima squadra alla giornata inaugurale della scorsa stagione (a poco più di 16 anni), Tielemans ha disputato 29 incontri in Eerste Klasse. Il talentuoso centrocampista è anche diventato il più giovane giocatore belga a giocare in UEFA Champions League scendendo in campo contro l'Olympiacos a ottobre.

Gruppo E

Juan Manuel Iturbe (AS Roma)
Alla prima stagione con l'Hellas Verona FC, Iturbe non ha solo segnato otto gol in 33 partite, ma ha anche fatto capire che potrebbe diventare un protagonista assoluto, grazie alla sua velocità e alla sua tecnica. Non a caso, la Roma lo ha inseguito a lungo e ha messo fine a una delle telenovele più seguite nel mercato estivo.
Pierre Højbjerg (FC Bayern München)
Dopo aver giocato qualche partita verso la fine della scorsa stagione, Højbjerg dovrebbe avere qualche possibilità di partire titolare. Il centrocampista danese, 19 anni, è stato elogiato da Josep Guardiola per la sua determinazione e la sua versatilità.
Eliaquim Mangala (Manchester City FC)
Con una grande esperienza in Europa dopo tre stagioni all'FC Porto, il 23enne nazionale francese si candida a diventare il partner di lungo corso di Vincent Kompany nel cuore della difesa. Veloce, forte e puntuale sulle palle alte, sarà una delle pedine principali del City in UEFA Champions League.
Vitinho (PFC CSKA Moskva)
Ambidestro, veloce e fantasioso nel dribbling, il brasiliano è arrivato ad agosto 2013 dal Botafogo FR e, pur non avendo mai segnato in 18 partite, si è sbloccato alla prima giornata della stagione 2014/15. Forse, il suo momento è davvero arrivato. 

Serge Aurier (al centro) è arrivato al PSG quest'estate
Serge Aurier (al centro) è arrivato al PSG quest'estate©Getty Images

Gruppo F

Ricardo Kishna (AFC Ajax)

Dopo un fastidioso infortunio che lo ha condizionato per due anni, Kishna è arrivato in prima squadra nella seconda metà della scorsa stagione. In questa, l'esterno 19enne dovrebbe avere un ruolo più cospicuo nella squadra di Frank de Boer.
Marios Antoniades (APOEL FC)
Il 24enne cipriota, cresciuto nelle giovanili dell'APOEL, è diventato titolare la scorsa stagione con il tecnico Giorgos Donis, che lo ha spostato dal centro della difesa alla fascia sinistra. Grazie agli ottimi risultati, il giocatore ha fatto suo questo ruolo.
Rafinha (FC Barcelona)

Il versatile centrocampista ha le carte giuste per diventare il prodotto più convincente della Cantera dai tempi del fratello Thiago Alcántara. Il giocatore, 21 anni, ha fatto molto bene la scorsa stagione in prestito all'RC Celta de Vigo con Luis Enrique.
Serge Aurier (Paris Saint-Germain)
L'esperienza in prima squadra con il Lens e il Toulouse FC supera ampiamente i 21 anni del terzino destro, voluto dal PSG per sostituire Christophe Jallet dopo la cessione all'Olympique Lyonnais. Il nazionale ivoriano si è fatto conoscere ai mondiali in Brasile e potrebbe essere una delle rivelazioni nella fase a gironi.

Gruppo G

Kurt Zouma (Chelsea FC)
Approdato per 14 milioni di euro dal St-Étienne a gennaio, ma prestato subito al suo club di origine, il nazionale francese Under U21 ha finalmente ricevuto la maglia numero No5 a Stamford Bridge.
Max Meyer (FC Schalke 04)
Ci si aspetta molto da un giocatore che ha compiuto 19 anni alla prima giornata, e giustamente. Il centrocampista, cresciuto nello Schalke, ha dato seguito a 30 presenze in Bundesliga nel 2013/14 collezionando la prima presenza in nazionale maggiore contro la Polonia a maggio e potrebbe anche diventare il regista della sua squadra di club.
Petar Stojanovič (NK Maribor)

Il 18enne Stojanovič, che a marzo 2012 era già diventato il più giovane esordiente nel campionato sloveno, è sempre sceso in campo nelle qualificazioni con la squadra slovena. Centrocampista naturale, è anche un difensore di fascia destra molto affidabile.
Naby Sarr (Sporting Clube de Portugal)
Con la partenza di Marcos Rojo per il Manchester United FC, Sarr potrebbe avere più possibilità di mettersi in luce. Arrivato quest'estate dal Lione, il potente difensore centrale ha già vinto il mondiale Under 20 con la Francia nel 2013.

Gruppo H

Rúben Neves ha segnato all'esordio con il Porto
Rúben Neves ha segnato all'esordio con il Porto©Getty Images

Unai López (Athletic Club)
La cessione di Ander Herrera al Manchester United FC ha aperto una lacuna al club basco, dove sono tutti convinti che il candidato giusto per il ruolo vacante sia questo trequartista di soli 18 anni.
Ilya Aleksievich (FC BATE Borisov)

Il nazionale bielorusso, 23 anni, è un centrocampista centrale di grande talento. Pur non essendo particolarmente alto, ha un buon senso della posizione e una grande intelligenza tattica, che gli permettono di contribiure alla manovra offensiva e difensiva.
Rúben Neves (FC Porto)
Il centrocampista difensivo ha ripagato la fiducia del tecnico Julen Lopetegui diventando il più giovane marcatore del Porto in Liga alla prima giornata contro il CS Marítimo, esordendo a livello ufficiale a soli 17 anni e 155 giorni. Inoltre, ha giocato dall'inizio entrambi gli spareggi contro il LOSC Lille.
Ivan Ordets (FC Shakhtar Donetsk)
Tornato a Donetsk dopo aver due stagioni in prestito all'FC Illychivets Mariupil, il 22enne difensore centrale potrebbe diventare uno dei giocatori più importanti dello Shakhtar e della nazionale ucraina.