UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Le cinque perle di Di Stéfano

In un'intervista del 2006, Alfredo Di Stéfano ha ricordato insieme a UEFA.com le cinque storiche finali vinte dal Real Madrid CF tra il 1956 e il 1960.

Le cinque perle di Di Stéfano
Le cinque perle di Di Stéfano ©UEFA.com

Alfredo di Stéfano, scomparso all'età di 88 anni, era il trascinatore e il simbolo del Real Madrid CF che dominò i primi anni della Coppa dei Campioni.

Nato in Argentina, giocò e segnò in ogni finale vinta dal Real Madrid dal 1956 al 1960, compresa quella contro l'Eintracht Frankfurt quando trovò il gol anche un altro spagnolo d'adozione come Ferenc Puskás in un incredibile 7-3. Nel 2006, Di Stéfano - la saeta rubia - ha ricordato quelle finali insieme a UEFA.com.

Real Madrid CF - Stade de Reims Champagne 4-3
13 giugno 1956, Parco dei Principi, Parigi
Giocavamo la nostra prima finale ma nessuno poteva immaginare che sarebbe stato l'inizio di qualcosa di speciale. Lo spettacolo fu magnifico. I tifosi tornarono a casa molto felici e noi anche di più. Vincendo 4-3 contro il Reims a Parigi abbiamo regalato grandi momenti agli immigrati spagnoli in Francia e alla gente che non aveva molto a Madrid.

C'era una certa tranquillità nello spogliatoio. Non c'era stress o preoccupazione. Poi abbiamo vinto la partita e tutto è finito lì. Era diverso dai giorni d'oggi. Adesso sembra che se non vinci, ti uccidono. Anche se resta il fatto che è solo uno sport per la gente e per i tifosi del Real, questo è un torneo in cui c'è l'onore in palio.

Real Madrid CF - AC Fiorentina 2-0
30 maggio 1957, Santiago Bernabéu, Madrid
Era estate a Madrid, giocavamo sotto un sole molto caldo. La Fiorentina era una squadra di campioni, aveva una rosa fantastica e un sistema difensivo davvero forte, come la maggior parte delle formazioni italiane. Abbiamo dovuto faticare per battere la loro difesa.

Pur avendo vinto premi individuali [Pallone d'Oro nel 1957 e nel 1959], ho condiviso tutto con i miei compagni di squadra. Non avrei mai setto che quei riconoscimenti erano qualcosa che desideravo. Il calcio si gioca undici contro undici, è uno sport di squadra.

Real Madrid CF - AC Milan AC 3-2 (dts)
29 maggio 1958, Heysel Stadium, Bruxelles
La finale più difficile è stata la terza, quando l'abbiamo soffiata al Milan. Era i nostri rivali più grandi per i giocatori che avevano come Maldini, Liedholm, Schiaffino ... fenomenali, sia italiani che stranieri. Non siamo stati mai in vantaggio fino al gol della vittoria di Gento nei supplementari.

E' stata la partita più dura ma non abbiamo mai avuto paura di perdere. Quando si guarda a una finale europea ci sono sempre due grandi squadre di fronte.

Real Madrid CF - Stade de Reims Champagne 2-0
3 giugno 1959, Necker Stadion, Stoccarda
Ero un attaccante e uno dei miei compiti era quello di segnare. Per me il mio gol più bello è stato quello segnato a Stoccarda, nella quarta finale in Germania. Abbiamo vinto 2-0 e io ho segnato il secondo gol, probabilmente quello più importante.

Il Reims era un grande nome. Una grande squadra con grandi giocatori. Abbiamo avuto un problema perché Kopa si fece male e all'epoca non c'erano sostituzioni. Alla fine però abbiamo vinto 2-0 senza dover faticare troppo.