UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Leno vive un sogno con il Leverkusen

Il portiere del Bayer Leverkusen parla a UEFA.com dell'inaspettato esordio in UEFA Champions League contro il Chelsea nel 2011 ed elogia apertamente il tecnico Sami Hyypiä.

Leno vive un sogno con il Leverkusen
Leno vive un sogno con il Leverkusen ©UEFA.com

Il portiere Bernd Leno del Bayer 04 Leverkusen ha fatto passi da gigante dal suo esordio in UEFA Champions League contro il Chelsea FC nel 2011.

Leno è sceso in campo a Stamford Bridge a soli 19 anni, diventando il portiere più giovane a disputare la massima competizione europea per club. "È stato strano. Un giorno ero in terza divisione e il giorno dopo ero in Champions League - commenta l'ex portiere del VfB Stuttgart -. All'improvviso mi sono ritrovato a giocare contro il Chelsea. Non potevo crederci, era un sogno. Da allora ho creduto in me stesso e ora sono qui".

La strada verso il successo, però, non è sempre stata facile. Soprattutto questo'anno, quando l'estremo difensore ha subito nove gol dal Manchester United FC nel Gruppo A. "Siamo stati travolti e loro hanno segnato al momento giusto. [Robin] van Persie e [Wayne] Rooney hanno grandi qualità, è inutile dirlo. Abbiamo commesso troppi errori e loro sono stati cinici", commenta il portiere della Germania Under 21.

Nonostante le sconfitte per 4-2 all'Old Trafford e per 5-0  in casa, il Leverkusen è riuscito ad arrivare secondo grazie alle sapienti mani di Sami Hyypiä. "Ha fatto un ottimo lavoro, è una grande persona e dice sempre chiaramente quello che pensa. Non è il classico allenatore che sbraita a bordo campo, ma trasmette il suo messaggio con calma", commenta Leno, che il 18 febbraio affronterà il Paris Saint-Germain alla BayArena nella gara di andata degli ottavi.

Per guardare l'intervista completa, clicca sul lettore video.