Debrecen, Salisburgo e Dinamo in salita

Mentre Helsinki, Neftçi, Partizan, AEL Limassol, Maribor e Molde sono a buon punto dopo l'andata del secondo turno di qualificazione, squadre come Salisburgo, Debreceni e Dinamo Zagabria hanno ancora molto da fare.

Il Partizan ha battuto 4-1 il Valletta all'andata
Il Partizan ha battuto 4-1 il Valletta all'andata ©Anne Aquilina

Mentre HJK Helsinki, Neftçi PFK, FK Partizan, AEL Limassol FC, NK Maribor e Molde FK sono a buon punto dopo l'andata del secondo turno di qualificazione di UEFA Champions League, squadre come FC Salzburg, Debreceni VSC e GNK Dinamo Zagreb hanno ancora molto da fare.

Il Salisburgo è stato vittima di una delle sorprese del secondo turno, dato che ha perso l'andata per 1-0 contro i lussemburghesi dell'F91 Dudelange ridotti in dieci la scorsa settimana. Gli austriaci, il cui allenatore Roger Schmidt ha definito la prestazione come "inaccettabile", hanno ora bisogno di vincere in casa per sfidare una tra Maribor o FK Željezničar al terzo turno. Gli sloveni devono difendere la vittoria per 4-1 dell'andata.

Anche il Debrecen, che nel 2009/10 ha partecipato alla fase a gironi, ha perso l'andata 1-0, contro il KS Skënderbeu – prima vittoria europea per gli albanesi – e non avrà vita facile se vorrà sfidare una tra FC BATE Borisov e FK Vardar al prossimo turno. Il BATE era sotto per 2-1 al novantesimo ma è riuscito a ribaltare il risultato nel recupero e ora dovrà difendere la vittoria 3-2.

La Dinamo, invece, viene dal pareggio per 1-1 contro i campioni di bulgaria del PFC Ludogorets Razgrad e spera di affrontare nel terzo turno la vincente tra Ulisses FC eFC Sheriff, con i moldavi avanti per 1-0 dopo l'andata.

L'Helsinki avrà invece un compito non impossibile dopo la vittoria per 7-0 contro il KR Reykjavík. Neftçi, Partizan, AEL e Molde devono difendere tutte un vantaggio di tre reti rispettivamente contro FC Zestafoni, Valletta FC, Linfield FC e FK Ventspils.