UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Il Lione passa di misura

Olympique Lyonnais - APOEL FC 1-0
La squadra francese domina per 90 minuti ma centra la vittoria contro l’APOEL solo grazie a un tiro deviato di Alexandre Lacazette nel secondo tempo.

Alexandre Lacazette (a sinistra) esulta con Lisandro
Alexandre Lacazette (a sinistra) esulta con Lisandro ©Getty Images

Alexandre Lacazette continua a segnare e regala all’Olympique Lyonnais una vittoria di misura nella gara di andata degli ottavi contro l’APOEL FC.

Preferito a sorpresa a Bafétimbi Gomis, Lacazette giustifica la fiducia di Rémi Garde siglando il gol della vittoria al 58'. La quinta rete del 20enne attaccante è meritata, perché la squadra transalpina domina per tutto l'incontro mentre quella cipriota impegna Hugo Lloris solo una volta. L’APOEL proverà a ribaltare il punteggio a Nicosia il 7 marzo ma dovrà fare a meno del centrocampista Hélio Pinto, sotto diffida e ammonito nel secondo tempo.

Il tecnico di casa, reduce dalla sconfitta di sabato contro l’SM Caen, cambia la formazione per quattro undicesimi. Due nuovi entrati, Lacazette e Ederson, si dimostrano vivaci fin dalle battute iniziali con una serie di passaggi corti, mentre Lisandro e Michel Bastos impensieriscono la difesa con pericolosi inserimenti.

Ederson è il primo a impegnare Dionisios Chiotis al 15’, raccogliendo un passaggio di Lacazette ma concludendo senza potenza. Quindi, il brasiliano serve il compagno dopo una volata in profondità, ma Lacazette viene fermato in fuorigioco. L’esperienza dell’OL sembra prevalere contro gli esordienti ciprioti, che però tengono l'incontro sullo 0-0 per quasi un'ora grazie a una difesa determinata e alla lucidità del portiere.

La squadra di Ivan Jovanović viene messa sotto torchio al 25'. Dopo un tiro dalla corta distanza di Anthony Réveillère fermato dalla difesa, Bastos si avventa sulla ribattuta ma conclude alto per una deviazione di testa di Paulo Jorge. Quindi, Lacazette spara alto dal limite dell'area dopo aver aperto la difesa, mentre al 40' costringe Chiotis a una parata d'istinto.

IL Lione sembra sempre più vicino al gol e crea l'occasione più ghiotta al 2' della ripresa. Su un astuto passaggio d’esterno di Bastos, Ederson si lancia a rete e aggira Chiotis, ma il suo tiro da posizione defilata viene intercettato in scivolata da Paulo Jorge.

La fortuna sembra non sorridere ai padroni di casa, ma lo fa poco dopo il quarto d'ora. Mentre Jimmy Briand attende l'ingresso in campo al posto di Lacazette, quest’ultimo entra in area dalla sinistra e prova il tiro, che grazie a una deviazione scavalca Paulo Jorge e Chiotis e si infila in rete. Garde, però, non cambia idea, e poco dopo Lacazette esce dal campo raccogliendo una standing ovation.

I sette volte campioni di Francia mantengono il piede sull’acceleratore e Bastos manca il raddoppio girando sull'esterno della rete dopo un passaggio filtrante di Lisandro. Quindi, Nuno Morais rischia l'autogol incornando di un soffio a lato un cross di Briand. All’88’, l’APOEL sfiora la beffa con il primo tiro dell'incontro, ma Lloris è bravo a deviare il fendente di Gustavo Manduca sopra la traversa.