UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Il Barça vola con Sánchez e Messi

Bayer 04 Leverkusen - FC Barcelona 1-3
I Blaugrana passano a Leverkusen nell'andata degli ottavi con una doppietta del cileno e con il settimo gol nel torneo dell'argentino.

Alexis Sánchez viene sommerso dai compagni del Barcellona
Alexis Sánchez viene sommerso dai compagni del Barcellona ©Getty Images

Alexis Sánchez segna una doppietta nel successo esterno dell'FC Barcelona per 3-1 contro il Bayer 04 Leverkusen e mette una seria ipoteca sui quarti di finale di UEFA Champions League per i Blaugrana.

Dopo aver cercato per quasi tutto il primo tempo di scardinare la rocciosa retroguardia locale, la squadra di Josep Guardiola va all'intervallo in vantaggio grazie a un gol di Alexis Sánchez al 41', alla prima marcatura in competizioni UEFA per club. Il nazionale cileno incrementa il proprio bottino al 10' della ripresa, spegnendo gli ardori del Leverkusen, pervenuto al pareggio al 52' grazie a un colpo di testa di Michal Kadlec. Il settimo gol nel torneo di Lionel Messi fissa il punteggio nel finale e ipoteca la qualificazione del Barça in vista del ritorno in programma il 7 marzo.

Il tecnico del Leverkusen Robin Dutt aveva pronosticato un trenta per cento di possesso palla della sua squadra, una previsione apparsa ottimistica già dopo il calcio d'inizio, con il Leverkusen che impiega oltre un minuto prima di toccare il pallone per la prima volta. Tuttavia, la tattica difensiva di Dutt per cercare di fermare il Barcellona si rivela efficace, almeno all'inizio.

Gonzalo Castro interviene con troppa irruenza su Lionel Messi e concede una punizione pericolosa che Daniel Alves non sfrutta. Per il resto, l'unica occasione in cui i padroni di casa vengono sorpresi nasce da un passaggio involontario di Manuel Friedrich ad Alexis Sánchez, sul cui cross Daniel Schwaab anticipa in spaccata Messi.

Prima del calcio d'inizio, uno striscione dei tifosi del Leverkusen ritraeva i padroni di casa come Vichinghi, e i locali rendono onore alla combattività scandinava lottando su ogni pallone. Il Barça non riesce inizialmente a perforare la retroguardia tedesca con la solita trama di passaggi, ma non si scompone e attende il momento giusto per affondare.

Stefan Reinartz perde un pallone a metà campo lasciando a Messi l'occasione di servire in profondità un assist buono sia per Alexis Sánchez che per Cesc Fàbregas. Lo spagnolo lascia strada al cileno che con freddezza infila Bernd Leno sotto le gambe.

Il Leverkusen appare rinvigorito a inizio ripresa e la maggiore intraprendenza è subito premiata dal pareggio di Kadlec, che sovrasta Daniel Alves e batte Victor Valdés su cross di Vedran Ćorluka. La reazione del Barça è immediata. Fàbregas inventa uno splendido passaggio filtrante che taglia la linea a quattro del Leverkusen, consentendo ad Alexis Sánchez di aggirare Leno prima di insaccare da posizione defilata.

Il Leverkusen non si perde d'animo e dopo una parata di Victor Valdés su conclusione di Renato Augusto, il portiere del Barça si salva con la collaborazione del palo sul rasoterra di Gonzalo Castro. Il Barcellona pareggia il conto dei legni con Messi, che dopo aver saltato due avversari nello stretto scavalca Leno con un morbido pallonetto. Le emozioni si susseguono su entrambi i fronti: il neo entrato Stefan Kiessling non riesce ad angolare il colpo di testa, mentre dall'altra parte i riflessi di Leno negano la tripletta ad Alexis Sánchez.

Nel finale, il Leverkusen si disunisce e consente a Daniel Alves di servire Messi: l'argentino firma il 3-1 e diventa il capocannoniere del torneo.