UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Puel, la festa dopo la paura

Secondo il tecnico del Lione, il successo 3-1 dell'andata ha "bloccato" i suoi giocatori nel ritorno dei quarti di finale, permettendo al Bodeaux di sfiorare la rimonta-qualificazione.

Puel, la festa dopo la paura
Puel, la festa dopo la paura ©Getty Images

Secondo Claude Puel, il successo 3-1 ottenuto nell'andata dei quarti di finale di UEFA Champions League contro l'FC Girondins de Bordeaux ha condizionato il rendimento dell'Olympique Lyonnais nella sfida di ritorno, persa 1-0. La qualificazione, tuttavia, non è sfuggita dalle mani dell'OL e l'allenatore del Bordeaux Laurent Blanc ha spiegato che sono stati i dettagli a tradire i Girondini.

Claude Puel, allenatore Lione
Abbiamo costruito la qualificazione passo dopo passo e anche la fortuna è stata dalla nostra parte. Hugo [Lloris] è stato decisivo e credo che la sfida sia stata in bilico fino alla fine. E' stata una gara dura, il risultato dell'andata ci ha condizionati e non siamo riusciti ad esprimere il nostro solito gioco. Ci siamo lasciati schiacciare e abbiamo faticato in fase di recupero palla. Nella ripresa le cose sono migliorate, ma non abbiamo comunque creato molto. Gran parte del merito della qualificzione è di Hugo.

Mi aspettavo una partita molto fisica a centrocampo, così ho schierato tre giocatori in copertura. Questo risultato è molto importante anche per il presidente [Jean-Michel Aulas], che ha lavorato duramente per arrivare fino qui. Voglio congratularmi con i giocatori, perché non è stata un'impresa facile. Nel primo tempo abbiamo sofferto, ma nella ripresa siamo cresciuti. La sfida è stata molto equilibrata e Lloris è stato decisivo, ci ha salvati nel finale di gara.

Laurent Blanc, allenatore Bordeaux
Alcuni piccoli dettagli ci hanno traditi. Abbiamo qualche rimpianto, ma tutti in merito alla partita di andata. Sono soddisfatto di come i miei giocatori hanno interpretato la gara di ritorno, paghiamo a caro prezzo i gol subiti in trasferta. Si è trattato di errori di inesperienza, abbiamo regalato due gol ai nostri avversari [a Lione]. Se fossimo stati più attenti, questa sera sarebbe bastato segnare una sola volta. Dobbiamo comunque essere fieri di quanto abbiamo fatto nella gara di ritorno, la squadra ha offerto un'ottima prestazione.