2002/03: Shevchenko decide il derby italiano

2002/03: Shevchenko decide il derby italiano
2002/03: Shevchenko decide il derby italiano ©Getty Images

Juventus FC - AC Milan 0-0 (Il Milan vince 3-2 ai calci di rigore)

La UEFA Champions League 2002/03 viene dominata dall'Italia che porta tre sue squadre in semifinale. AC Milan, FC Internazionale Milano e Juventus FC sono tutte tra le favorite, ma sono i rossoneri a conquistare la coppa all'Old Trafford. Non si tratta di una passeggiata, tuttavia. Andriy Shevchenko segna il calcio di rigore decisivo contro la Juve dopo 120 minuti ricchi di tensione, conclusi a reti bianche.

Un grande Inzaghi
Il Milan non va in rete a Manchester, ma si tratta di una delle rare occasioni in cui Filippo Inzaghi non trova il gol in una fantastica stagione per la squadra di Carlo Ancelotti. Inzaghi segna una tripletta contro l'RC Deportivo La Coruña nella fase a gironi d'apertura e conclude la competizione da capocannoniere con 12 gol in 16 partite.

Real battuto
Nella seconda fase a gironi il Milan affronta il Real Madrid CF - le due squadre conquistano una vittoria a testa - e vince il Gruppo C. Nei quarti i rossoneri se la vedono con l'AFC Ajax. Gli olandesi vengono sconfitti con un 3-2 complessivo ed in semifinale si gioca il derby con i cugini interisti.

Shevchenko decisivo
Come previsto, le difese dominano le due sfide. L'Inter costringe il Milan allo 0-0 casalingo all'andata, ma non sfrutta il fattore campo al ritorno. Shevchenko sblocca la partita nel recupero del primo tempo e Obafemi Martins pareggia all'83'. Il finale è tesissimo ma il Milan mantiene i nervi saldi e supera il turno grazie alla norma dei gol segnati in trasferta.

La Juve si blocca
La Juve deve faticare tantissimo per arrivare in finale. I bianconeri superano il secondo turno a stento dopo aver perso tre gare su sei. Nei quarti l'FC Barcelona viene superato soltanto grazie ad un gol nei supplementari di Pablo Zalayeta. In semifinale i bianconeri eliminano i campioni uscenti del Real Madrid e conquistano un posto in finale contro il Milan pochi giorni dopo aver conquistato lo scudetto. I festeggiamenti della Juve vengono rovinati a Manchester. Le due squadre badano più a non prenderle e nella battaglia delle difese è il Milan a prevalere ai calci di rigore. I rossoneri diventano così campioni d'Europa per la sesta volta.