I medici irlandesi seguono il FDEP UEFA

Le competenze condivise attraverso il Programma di Educazione per Medici di Calcio della UEFA hanno fornito la base per un corso annuale sulle cure d'emergenza riservato agli staff medici delle squadre irlandesi.

©FAI

Il Programma di Educazione per Medici di Calcio della UEFA (FDEP), in cui preziose conoscenze del campo della medicina applicata al calcio vengono scambiate tra le federazioni affiliate, si sta dimostrando essere fonte d'ispirazione.

La federcalcio irlandese (FAI) ha ospitato il suo ultimo corso annuale sulle cure d'emergenza riservato ai dottori e ai fisioterapisti del livello elite. L'ordine del giorno ha coperto anche alcuni aspetti fondamentali che compaiono nel programma UEFA FDEP.

Il programma del corso della FAI si è incentrato sulle competenze cliniche necessarie per il trattamento iniziale di situazioni patologiche e traumatiche – trattamenti basilari salva-vita, gestione infortuni della colonna vertebrale, infortuni alla testa e fratture. Come per i seminari UEFA FDEP, la federazione irlandese ha trasmesso queste competenze mediche 'a cascata', assicurandosi così che tutti i medici del calcio siano in grado di apprendere queste preziose conoscenze.

"Il corso mira a garantire che il maggior numero di medici d'elite abbiano competenze e conoscenze necessarie per salvare vite in situazioni d'emergenza", ha spiegato il direttore medico FAI, Alan Byrne.

"In quanto diplomato del Programma di Educazione per Medici di Calcio della UEFA, sono pienamente consapevole dell'importanza di una buona formazione in cure d'emergenza. Lavoriamo sodo per assicurarci che [il corso] operi a cascata in accordo con il programma FDEP".

"Per noi è fondamentale che i medici in Irlanda, e in particolare nel calcio irlandese, abbiano il livello alto di conoscenze e competenze che la FAI e la UEFA si aspettano per squadre e giocatori delle loro competizioni. Questo corso va sicuramente verso il raggiungimento di questi obiettivi, e mira inoltre al favorire le ambizioni della UEFA nel creare una rete di medici d'elite del calcio europeo".

In alto