UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Khalida Popal, Juan Mata e la Federcalcio tedesca ricevono il premio UEFA #EqualGame

Durante la cerimonia del sorteggio della UEFA Nations League, la UEFA celebra il prezioso lavoro per combattere le discriminazioni e favorire l'inclusione.

UEFA via Getty Images

Questa settimana la UEFA presenterà tre premi #EqualGame per celebrare il lavoro eccezionale nella promozione dell'inclusione e della diversità nel calcio.

I vincitori - Khalida Popal, Juan Mata e la Federcalcio tedesca (DFB) - hanno tutti dimostrato eccezionali qualità di leadership nel creare un calcio più aperto, diversificato e accessibile, facendo anche da esempio nella stagione 2020/21 e non solo.

Ognuno dei vincitori sarà premiato durante il sorteggio della UEFA Nations League di giovedì 16 dicembre, che sarà trasmesso in diretta streaming su UEFA.com e in mondovisione a partire dalle 18:00 CET.

Aleksander Čeferin, presidente UEFA:

"Ognuno dei tre vincitori del premio #EqualGame è un ottimo esempio di come il calcio possa essere usato come catalizzatore per un cambiamento positivo. Possono e devono essere molto orgogliosi dei loro risultati e vorrei ringraziarli personalmente per la loro condotta esemplare che, speriamo, sarà d'ispirazione per molti altri".

Michele Uva, direttore UEFA per la responsabilità sociale del calcio:

"Khalida, Juan e la DFB hanno tutti dimostrato enorme cuore e impegno. Tutti e tre hanno trovato il modo di usare la loro posizione nel calcio per migliorare la vita degli altri e mobilitare la gente sulle cause importanti che portano avanti. Per questo motivo possiamo ritenerli dei fantastici modelli da seguire - per i giocatori, i tifosi, le federazioni nazionali - per l'attenzione e la cura che dedicano agli altri, specialmente alle persone più deboli della società".

Khalida Popal: un faro per le donne nel calcio di tutto il mondo

Premi #EqualGame: Khalida Popal

Khalida Popal riceve il premio #EqualGame per il suo instancabile lavoro nella lotta agli stereotipi di genere e per l'empowerment di ragazze, donne e comunità minoritarie attraverso lo sport.

Popal, 34 anni, ha dovuto lasciare il suo nativo Afghanistan, dove dieci anni fa ha fondato la nazionale femminile di cui ha anche indossato la fascia da capitana. Nel periodo in cui ha vissuto da rifugiata nei centri in Norvegia e Danimarca, Popal ha usato il potere del calcio per aiutare lei e altre donne a superare lo stress, il trauma e la depressione nonché per portare di nuovo speranza e gioia nelle loro vite. Ora stabilitasi in Danimarca, Popal continua a usare il calcio per creare opportunità di inclusione sociale: è infatti fondatrice dell'organizzazione Girl Power e ambasciatrice della Street Child World Cup.

Dopo i disordini in Afghanistan e la caduta di Kabul di quest'anno, Popal ha lavorato instancabilmente per evacuare le giocatrici della squadra e assicurarsi che trovino un posto sicuro dove reinsediarsi.

Khalida Popal, vincitrice premio #EqualGame:

"È un riconoscimento che non solo gratifica me e il mio lavoro ma che sarà d'ispirazione per altre donne che faranno sentire la loro voce per rendere il calcio ancora più bello e inclusivo".

Juan Mata: il centrocampista del Manchester United è un esempio significativo

Premi #EqualGame: Juan Mata

Già vincitore di UEFA EURO 2012, UEFA Champions League e UEFA Europa League, Juan Mata è anche uno dei giocatori più attivi e impegnati socialmente in circolazione. Attraverso il Common Goal, l'associazione benefica che ha co-fondato nel 2017, il calciatore è molto attivo fuori dal campo.

Common Goal apporta un cambiamento positivo nelle comunità socialmente svantaggiate, utilizzando il potere e la popolarità del calcio per affrontare la disuguaglianza di genere, promuovere l'inclusione e fornire maggiori opportunità ai bambini svantaggiati.

Incoraggiando giocatori, allenatori e altre personalità, tra cui il presidente della UEFA Aleksander Čeferin, a donare l'1% dei loro stipendi nel progetto, Mata sta dimostrando che il calcio può apportare un cambiamento positivo concreto e immediato alle comunità di tutto il mondo.

Juan Mata, vincitore premio #EqualGame:

"Sono orgoglioso del lavoro che le nostre organizzazioni stanno facendo e fiero di sentire storie di persone che hanno superato problemi difficili. Questo è quello che vogliamo fare attraverso Common Goal: dare alle persone la possibilità di decidere il proprio futuro".

DFB: impegnarsi nel calcio per tutti

Premi #EqualGame: DFB

La DFB è la più grande federazione sportiva del mondo e considera sua responsabilità promuovere il calcio in Germania come uno sport per tutti, con una forte e duratura attenzione all'inclusione. La DFB sostiene la diversità e il suo impatto positivo sul calcio e sulla società. Attraverso il suo programma "Football for All", la DFB si impegna a creare un ambiente sicuro e inclusivo dove tutti possano divertirsi giocando a calcio.

La DFB è stata una delle prime federazioni calcistiche a sostenere attivamente i rifugiati. Ciò che è iniziato con la possibilità per i rifugiati di giocare a calcio, si è trasformato in un enorme programma di inclusione. La DFB adesso gestisce anche un progetto volto a formare persone di diversa provenienza garantendo loro le qualifiche necessarie per integrarle nella loro amministrazione e nei programmi di volontariato.

Con un piano d'azione completo e risorse in atto per la maggior parte dei progetti sulla diversità nel calcio, nel gennaio 2021, la DFB ha istituito un punto di riferimento nazionale per le questioni LGBTQI+ nel calcio. Gli obiettivi principali di questa entità indipendente sono di aumentare la visibilità delle comunità LGBTQI+ nello sport, sviluppare e condividere le migliori pratiche all'interno del calcio e lavorare a stretto contatto con tutte le parti interessate per promuovere pratiche più inclusive.

Rainer Koch, primo vice presidente DFB:

"La DFB è convinta che il calcio sia una potente forza motrice di coesione sociale. Il premio di oggi è per tutte le persone della Federcalcio tedesca che lavorano per garantire un calcio più equo, cosa che al giorno d'oggi è più importante che mai".

Sui premi #EqualGame

Dal 2018, e all'interno della campagna Respect della UEFA, gli #EqualGame Awards celebrano individui o organizzazioni calcistiche che hanno agito come modelli di ruolo nel promuovere diversità, inclusione e accessibilità nel calcio europeo.