UEFA e Fare ancora unite contro la discriminazione

La UEFA ribadisce il suo impegno a lottare contro la discriminazione e a promuovere l'inclusione con le Football People action week della rete Fare, in programma dall'11 al 25 ottobre.

©Getty Images

La UEFA ribadisce il suo impegno a lottare contro ogni forma di discriminazione e a promuovere l'inclusione, la diversità e l'accessibilità con le Football People action week, organizzate dalla rete Fare.

Dall'11 al 25 ottobre si svolgono attività in 94 partite di UEFA Champions League, UEFA Europa League, UEFA Nations League e UEFA Women's Champions League. I giocatori, le squadre e le nazionali offrono il loro sostegno alla rete Fare e alla UEFA, che si impegnano a mettere fine alla discriminazione nel calcio e a concepire nuove idee e iniziative che possano contrastare l'esclusione. Nel 2017, oltre 100.000 persone hanno partecipato a 2000 eventi in oltre 60 paesi.

"Sono lieto che la UEFA continui a sostenere la rete Fare con le Football People action week - ha dichiarato il presidente UEFA Aleksander Čeferin -. Nel calcio non c'è posto per il razzismo, la discriminazione e l'intolleranza. Utilizzando le principali competizioni UEFA per club e per nazionali come piattaforma visibile per promuovere le attività della rete Fare, ribadiamo l'impegno a celebrare la diversità e l'inclusione".

Le squadre che partecipano alle Football People action week poseranno per una foto mista con gli arbitri, mentre verrà esibito anche l'hashtag #EqualGame. Negli stadi di tutta Europa verranno trasmessi video su maxischermi e annunci tramite gli altoparlanti, mentre i bambini con la maglia #EqualGame incoraggeranno tutti a lottare contro la discriminazione e a celebrare l'inclusione, la diversità e l'accessibilità.

"Le #FootballPeople action week sono l'opportunità perfetta per invitare tutta la famiglia del calcio europeo a sfidare l'esclusione e la discriminazione, sostenendo l'inclusione e la diversità. Insieme, possiamo gridare ad alta voce che qualsiasi forma di discriminazione deve appartenere al passato", ha dichiarato Piara Powar, direttore generale della rete Fare.

La collaborazione tra la UEFA e le Football People action week della rete Fare prosegue dal 2001. Lo scopo dell'iniziativa si allinea perfettamente agli obiettivi di #EqualGame, che cerca di promuovere l'inclusione, la diversità e l'accessibilità.
#EqualGame è l'evoluzione del precedente messaggio 'No to Racism' della campagna UEFA RESPECT. La UEFA rimane totalmente impegnata nella lotta al razzismo ed estende la sua campagna a tutti i tipi di inclusione, ad esempio per etnia, genere, età e orientamento sessuale.

In alto