Il meglio di UEFA Futsal EURO 2012

L'ottava edizione dei Campionati Europei UEFA di Futsal si è conclusa e la squadra di inviati di UEFA.com ha selezionato alcuni fra i momenti più intensi del torneo svoltosi a Spalato e Zagabria.

I tifosi croati hanno regalato una cornice straordinaria a UEFA Futsal EURO 2012
I tifosi croati hanno regalato una cornice straordinaria a UEFA Futsal EURO 2012 ©Sportsfile

Gonzalo Aguado: il trionfo spagnolo
Il momento più emozionante del torneo per me è stato il pareggio della Spagna nella finale contro la russia a 34 secondi dal fischio finale. I cinque volte campioni d'Europa sembravano a un passo dalla loro prima sconfitta sul campo in una finale - quella del 2005 era arrivata ai rigori - ma Sergio Lozano ha trovato il gol che ha portato la sfida ai supplementari e il resto è storia: la Spagna ha vinto 3-1 conquistando il sesto titolo continentale.

Francesco Corda: Stefano Mammarella, il più grande
Futsalplanet.com lo aveva eletto miglior portiere del 2011 dopo il trionfo in UEFA Futsal Cup con l'ASD Città di Montesilvano C/5 e a UEFA Futsal EURO 2012 Mammarella si è confermato grandissimo.

Oltre ad aver segnato un gol nella finale per il terzo posto, in precedenza era stato decisivo su İsmail Çelen nella gara contro la Turchia e su Paulinho nel quarto di finale contro il Portogallo. E se in semifinale la Spagna ha segnato un solo gol all'Italia, il merito è tutto suo. Dopo Gianfranco 'Ciccio' Angelini e Alexandre Feller, la porta azzurra è sempre in buone mani.

Wayne Harrison: la prestazione di Ivo Jukić contro l'Ucraina
Il frastuono che ha accompagnato il successo della Croazia ai rigori nel quarto di finale contro l'Ucraina e la prestazione di Jukić sono stati indimenticabili. Il portiere e capitano croato ha trascinato la squadra alla fase ad eliminazione diretta per la prima volta nella sua storia con i suoi interventi e contro l'Ucraina ha parato tre dei rigori avversari. Una serata davvero speciale alla Spaladium Arena.

Elvir Islamović: il pubblico croato
Il futsal non è lo sport più popolare in Croazia, perciò non sapevamo cme avrebbe reagito il pubblico di casa in occasione del torneo. Ma già dal primo giorno è apparso chiaro che l'atmosfera era quella giusta: i tifosi hanno dato spettacolo e in occasione della semifinale contro l'Ucraina è stato stabilito il nuovo record di spettatori per il torneo con ben 13.400 appassionati sugli spalti.

Dmitri Mamykin: la rovesciata di Sergei Abramov contro la Turchia
La rovesciata è un colpo provato di rado nel calcio e ancora di più nel futsal. Eppure Abramov ha voluto deliziare il pubblico nel successo 5-0 della Russia nella gara del Gruppo C contro la Turchia. Sugli sviluppi di un lancio lungo, il 21enne attaccante dell'MFK Sinara Ekaterinburg si è esibito in un colpo alla Marco van Basten e anche se Mahmut Akbaş ha neutralizzato la sua conclusione, Abramov non si è dato per vinto e ha segnato il suo primo gol in semifinale contro la Croazia, anche se con un più canonico tocco da distanza ravvicinata.

Paul Saffer: gli estremi del futsal
Due gare molto diverse mi sono rimaste impresse: quella vinta 9-8 dalla Serbia sull'Azerbaigian che ha segnato il record di marcature per un incontro delle fasi finali, e il successo1-0 ottenuto dalla Spagna nella semifinale contro l'Italia non con una prestazione rinunciataria, ma attraverso una grande difesa e un pressing asfissiante. Due spettacoli profondamente differenti fra loro, ma che hanno dato prova del fatto che le nuove generazioni del fuutsal non faranno rimpiangere il passato.

Nuno Tavares: la giornata speciale di Arnaldo Pereira
Il Portogallo è stato eliminato dall'Italia nei quarti di finale, ma Arnaldo ha ugualmente avuto modo di festeggiare la sua 150esima presenza in nazionale. Il capitano portoghese ha recuperato da un lungo infortunio in tempo per prendere parte alle fasi finali e ha celebrato la sua 150esima apparizione con un gran gol nel successo 2-1 contro la Serbia.