UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

La forza della Slovenia non sorprende la Spagna

Il sollievo è la sensazione più diffusa per il tecnico e i giocatori delle Furie rosse, che analizzano il 4-2 inflitto alla nazionale di Dobovičnik, sostenuta da tantissimi tifosi.

Aicardo viene festeggiato dai compagni dopo aver firmato il 2-1 spagnolo
Aicardo viene festeggiato dai compagni dopo aver firmato il 2-1 spagnolo ©Action Images

José Venancio López, Ct Spagna
E’ stata una partita molto complicata, ma sapevamo che sarebbe andata così. Ne abbiamo parlato tutta la settimana; avevamo l’esperienza delle due partite giocate a ottobre proprio contro la Slovenia. Eravamo consapevoli che sarebbe stata dura. Hanno dimostrato di essere una squadra molto buona e possono sorprendere chiunque. Credo che tutte le gare siano destinate a essere come questa, molto equilibrate. Ma siamo pronti, in queste occasioni facciamo bene.
Nel secondo tempo abbiamo avuto 15 minuti spettacolari, quando loro non hanno creato pericoli. Questo è importante. Non abbiamo Fernandao [infortunato], ma abbiamo altri giocatori. Oggi sapevamo che le transizioni sarebbero state la chiave e [il sostituto] Miguelín è stato grande sotto questo aspetto.

Álvaro, giocatore Spagna
Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile. C’erano molti tifosi sloveni, d’altronde sono molto vicini a Zagabria. Il primo tempo è stato veramente complicato, ma nella ripresa abbiamo trovato la strada che vogliamo seguire nel torneo. La Zagreb Arena è davvero meravigliosa, merita di ospitare una finale come questa.

Sergio Lozano, giocatore Spagna
Sapevamo che sarebbe stata difficile, ma siamo riusciti a vincere la partita con un atteggiamento molto rigoroso. Io credo che abbiamo meritato di vincere. Ci sarà equilibrio tra Slovenia e Ucraina, sarà decisa da piccoli dettagli. Dobbiamo concentrarci e pensare solo all’Ucraina.
Fernandao è una perdita molto importante per la squadra, perchè potremmo giocare con tre difensori e Fernandao come pivot. Ma I giocatori che sono entrati hanno fatto buone cose. Luis Amado e Kike hanno la grande esperienza che ti fa mantenere la testa fredda in questo genere di tornei.

Andrej Dobovičnik, Ct Slovenia
Abbiamo fatto una grande battaglia contro la Spagna finchè non abbiamo esaurito le energie. E’ stato evidente nel secondo tempo la differenza di preparazione fisico, sotto questo aspetto sono nettamente migliori. Del resto è comprensibile, dal momento che sono professionisti, mentre i nostril giocatori vanno a lavoro e poi si allenano. Arrivare all’1-1 è stato eccellente, sono felice che abbiamo resistito molto bene contro i campioni d’Europa.
E’ stato davvero bello vedere 2mila sloveni sostenerci sugli spalti. Hanno dimostrato ancora una volta che il futsal in Slovenia è molto popolare. Forse è stato il più nutrito gruppo di tifosi ospiti di sempre al Campionato Europeo UEFA di futsal.

Alen Fetič, giocatore
Slovenia
E’ stata davvero dura. La Spagna non è certo campione d’Europa per caso. Ma siamo riusciti a restare concentrati per tenere loro testa. Loro hanno segnato un paio di gol a causa dei nostri errori. Dobbiamo migliorare le nostre finalizzazioni, troppi tiri sono finiti piuttosto lontani dalla porta. Ma segnare ai campioni d’Europa è una sensazione davvero speciale, mi sono sentito grande.
Ho una buona sensazione prima della gara contro l’Ucraina perchè siamo davvero motivati e un buon gruppo di amici. Gli ucraini hanno quattro grandi giocatori, ma il secondo quartetto secondo me è un po’ più debole.

Igor Osredkar, giocatore Slovenia
Non sono deluso. La Spagna è davvero una grande squadra e la differenza nella preparazione fisica è molto evidente. Abbiamo avuto due brutti minuti nel secondo tempo con un calo di concentrazione.