UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Fame da Lupu

Robert Lupu promette che la Romania "punterà al massimo" con la sua squadra che cercherà di migliorare ancora rispetto all'ottima fase finale del 2007.

Robert Lupu (No9) ha brillato con la Romania nel 2007
Robert Lupu (No9) ha brillato con la Romania nel 2007 ©Sportsfile

Robert Lupu è uno dei superstiti della Romania che ha partecipato all'unica fase finale dal debutto della squadra nel 2003 e adesso è pronto per il secondo grande torneo. Avendo ben impressionato a UEFA Futsal EURO 2007, la squadra di Sito Rivera sfiderà  i padroni di casa della Croazia il 31 gennaio a Spalato e il 29enne Lupu parla con UEFA.com della forza e delle speranze della Romania.

UEFA.com: Avete iniziato solo nel 2003; sei sorpreso di quanti passi avanti avete fatto?

Robert Lupu: No, per niente. Anzi, direi che dovremmo essere anche più avanti nel ranking. I nostri giocatori hanno la tecnica necessaria come abbiamo dimostrato [nel 2009] finendo terzi al Grand Prix in Brasile. Nessuno può negare il contributo del nostro vecchio Ct Zoltán Jakab per i nostri progressi.

UEFA.com: Potete passare la fase a gironi?

Lupu: Sono fiducioso. Ovviamente è il girone più difficile. La Croazia è un'abitudinaria a questi livelli ma in amichevole l'abbiamo battuta in casa sua, ma solo perché abbiamo giocato la partita perfetta in quell’occasione, come si deve giocare a futsal. I cechi si qualificano sempre per le fasi finali di Europei e Mondiali. Ma noi andiamo in Croazia per qualificarci, siamo terzi come teste di serie ma non vogliamo finire terzi nel girone.

UEFA.com: Qual è il vostro punto di forza?

Lupu: Il gioco di squadra. Molte squadre non prestano tante attenzioni agli scambi e ai passaggi, giocano un futsal più diretto. La nostra filosofia prevede possesso palla e passaggi ripetuti. Il futsal moderno significa possesso palla.

UEFA.com: Affrontare i padroni di casa, l'atmosfera sarà bellissima...

Lupu: Cin saranno 10.000 croati in tribuna, ma anche qualche centinaia di rumeni, che si faranno sentire. Ci piace giocare nei palazzetti pieni, ci siamo abituati in Romania. Solo in queste occasioni si nota la classe dei giocatori. Se non sopporti questi livelli di pressione, non puoi giocare questi tornei. Non vediamo l'ora di iniziare.