UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Liverpool nel segno di Cissé

Liverpool FC - CSKA Moskva 3-1 (dts)
Il francese entra nel finale e diventa protagonista del successo dei Reds sul CSKA.

Il Liverpool FC si aggiudica per la terza volta la Supercoppa UEFA grazie al provvidenziale ingresso in campo di Djibril Cissé, autore di due gol e un assist nella serata monegasca.

Finale ai supplementari
L’attaccante francese è il protagonista assoluto della gara: prima segna il gol del pareggio all’82’, che vanifica il vantaggio russo con Daniel Carvalho, poi nei supplementari raddoppia al minuto 103 e infine serve a Luis García la palla del terzo gol. Dopo i successi del 1977 e 2001 i Reds mettono in bacheca la terza Supercoppa.

Gerrard assente
Tra i campioni d’Europa, che per i sei undicesimi schierano la formazione vincitrice a maggio della finale di UEFA Champions League, manca per infortunio (polpaccio) Steven Gerrard, appena eletto miglior giocatore della passata stagione europea. La fascia di capitano va così a Jamie Carragher. In campo dall’inizio anche due neoacquisti, José Reina e Boudewijn Zenden.

Punta unica per il CSKA
Dall’altra parte, Vágner Love è l’unica punta del CSKA, privo del croato Ivica Olic, infortunatosi gravemente al ginocchio. Il centrocampista offensivo Miloš Krasic, unica novità rispetto alla formazione che ha disputato la finale di Coppa UEFA, vince il ballottaggio per la maglia da titolare con Rolan Gusev.

Pubblico caloroso
A fare da cornice a questa sfida un magnifico pubblico. Il Liverpool ci prova per primo con un tiro dal limite di Dietmar Hamann, ma Igor Akinfeev è attento, e non l’estremo russo non si lascia sorprendere neanche due minuti più tardi da Luis García lanciato a rete.

Contropiede micidiale
Gli inglesi peccano ancora di precisione con García e Fernando Morientes, mentre il CSKA si limita a giocare di rimessa. I russi si affacciano in avanti per la prima volta al 27’ e sono subito pericolosi con una conclusione al lato di Krasic.

Vantaggio russo
Un minuto più tardi, Vágner Love taglia in due la difesa del Liverpool e consente a Daniel Carvalho di battere Reina da posizione defilata. Il vantaggio dei detentori della Coppa UEFA scatena l’entusiasmo degli esuberanti tifosi russi.

Reds imprecisi
Il Liverpool continua a spingere ma si dimostra ancora impreciso in fase di finalizzazione con García e Hamann. Il primo tempo si chiude con il CSKA avanti nel punteggio grazie alla sua tattica attendistica.

Punizione insidiosa
La ripresa si apre con Daniel Carvalho che sfiora il raddoppio al 50’ su calcio di punizione. Il Liverpool risponde con Josemi, ma senza successo. Il contropiede del CSKA è letale e soltanto un grande recupero di Hyypiä riesce a fermare lo scatenato Daniel Carvalho.

Pareggio
I tifosi del Liverpool iniziano a perdere fiducia e scandiscono il nome dell’ex beniamino Michael Owen. Tra gli applausi entra comunque in campo al 79’ Cissé. È la mossa che cambia la partita: l’attaccante francese si lancia su una sponda di García, servito da un lungo rinvio di Reina, nel rimpallo con Ignashevich la palla si insacca.

Secondo e terzo gol
Il raddoppio del Liverpool arriva invece su contropiede. Hamann lancia lungo per Cissé, che da distanza ravvicinata batte in due tempi Akinfeev. Il terzo gol è sull’asse Cissé-García, con lo spagnolo che insacca di testa sul perfetto cross del francese.