Il ritorno dei sedicesimi: spunti di discussione

Il Borussia Dortmund torna a fare paura, la classe di Marlos e Bellarabi, la quadratura del Tottenham e la bella stagione europea del Midtjylland: ecco l'opinione dei nostri reporter sulle gare di ritorno du UEFA Europa League.

Il Dortmund ha battuto il Porto in casa e in trasferta
Il Dortmund ha battuto il Porto in casa e in trasferta ©Getty Images
Highlights: Porto 0-1 Dortmund
Highlights: Porto 0-1 Dortmund

Il Dortmund c'è
Dopo la vittoria per 2-0 dell'andata, la qualificazione sembrava ormai una pura formalità nel ritorno in casa del Porto. Nonostante il risultato dell'andata, i finalisti della UEFA Champions League del 2013 hanno dimostrato di crederci, mettendo spesso in difficoltà gli avversari. La squadra di Thomas Tuchel tuttavia è riuscita a spegnere subito le velleità degli avversari passando presto in vantaggio, e assicurandosi anzitempo la qualificazione agli ottavi di finale.

Nonostante il discorso qualificazione fosse praticamente chiuso, i tedeschi avrebbero potuto fare di più. Pierre-Emerick Aubameyang e Henrikh Mkhitaryan si sono visti annullare un gol ciascuno mentre quest'ultimo ha anche colpito la traversa sul finale. Ottima la prestazione tra i pali di Roman Bürki, positiva quella di Marcel Schmelzer come terzino e benaugurante il ritorno di İlkay Gündoğan dall'infortunio. I tedeschi hanno dimostrato che per la corsa verso la finale di UEFA Europa League, ci sono anche loro.
Joseph Walker

Watch Rashford's dream debut for Manchester United
Watch Rashford's dream debut for Manchester United

Non dimentichiamoci del Midtjylland
Il Manchester United si è guadagnato gli applausi del pubblico dopo lo splendido secondo tempo all'Old Trafford. La vittoria per 5-1 (6-3 complessivo) è valsa loro la qualificazione, ma merita un elogio particolare anche il cammino europeo del Midtjylland. Fondato appena nel 1999 – quando lo United vinceva il triplete – i campioni di Danimarca hanno raggiunto i sedicesimi alla loro prima partecipazione in Europa, dopo essere partiti dal secondo turno di qualificazione di UEFA Champions League a metà luglio.

"La delusione ha prevalso sul momento, ma col tempo la smaltiremo e saremo solo orgogliosi del nostro cammino in Europa League", ha detto a UEFA.com il portiere Mikkel Andersen. Lo United sul finale ha giocato da grande, ma la squadra di Jess Thorup ha avuto il merito di spaventare i Diavoli di Manchester.
Tom Kell

Highlights: Leverkusen 3-1 Sporting
Highlights: Leverkusen 3-1 Sporting

Doppietta dai due volti di Bellarabi
Se la prima rete di Karim Bellarabi contro lo Sporting CP è arrivata con un pizzico di fortuna, la seconda del nazionale tedesco alla BayArena nella vittoria del Bayer Leverkusen per 3-1 è candidata a essere tra le più belle della competizione.

Dopo il vantaggio del 30' propiziato da una deviazione del portiere avversario, Rui Patricio, su una conclusione da posizione defilata, il 25enne al 65' ha segnato il gol del 2-1 con uno splendido tiro dal limite dell'area. "Non importa chi segna, ma ovviamente sono felice di aver fatto gol", ha spiegato un modesto Bellarabi dopo la vittoria complessiva per 4-1 della sua squadra.
Matthew Howarth

Highlights: Watch Tottenham progress to the last-16
Highlights: Watch Tottenham progress to the last-16

Gli Spurs e la quadratura del cerchio
Il Tottenham Hotspur ha raggiunto gli ottavi per la terza volta in quattro stagioni battendo la Fiorentina complessivamente per 4-1, ma deve sicuramente fare qualcosa in più degli anni passati per raggiungere la semifinale per la prima volta da quando la Coppa UEFA è diventata UEFA Europa League. Storicamente in corsa in Premier League per un posto in UEFA Champions League – proprio come in questa stagione – gli inglesi in passato hanno stravolto troppo spesso la formazione titolare in Europa, uscendo così anzitempo contro squadre come Basel e Benfica.

Mauricio Pochettino sembrerebbe aver trovato la quadratura del cerchio stavolta, con una squadra che sembra meglio attrezzata rispetto al passato. Prova ne è la prestazione di giovedì sera che è valsa il passaggio del turno nonostante le assenze degli infortunati Harry Kane, Mousa Dembélé e Jan Vertongen, mentre Son Heung-Min è rimasto in panchina per tutta la gara.
Mark Pettit

Highlights: Schalke 0-3 Shakhtar Donetsk
Highlights: Schalke 0-3 Shakhtar Donetsk

SuperMarlos
Mentre lo Shakhtar Donetsk ha disputato una partita eccellente in tutti i reparti nel 3-0 in casa dello Schalke, il vantaggio al 27' di Marlos resterà tra i ricordi più belli della competizione. Il terzo gol in UEFA Europa League del brasiliano, oltre a essere di rara bellezza, ha cambiato le sorti della qualificazione dopo lo 0-0 dell'andata.

Marcato a uomo dal difensore Sead Kolašinac, il 27enne ha ingannato il marcatore diretto con un astuto movimento prima di depositare di tacco il pallone alle spalle di Ralf Fährmann. "Il primo gol non è stato semplice", ha spiegato Marlos, che grazie alla sua marcatura in trasferta ha messo in discesa il discorso qualificazione. "Sono contento di esserci riuscito. Dedico il mio gol a tutto lo Shakhtar".
Daniel Thacker