Per Pioli la qualificazione è meritata

"Sono soddisfatto e contento per i miei giocatori, se lo meritano", dice il tecnico della Lazio dopo il 3-1 al Galatasaray, che vale gli ottavi. Klose felice per il gol, Parolo: "Abbiamo interpretato bene la partita".

Highlights: Lazio 3-1 Galatasaray
Highlights: Lazio 3-1 Galatasaray

Una notte da grande Lazio. Il 3-1 al Galatasaray porta i Biancocelesti agli ottavi di UEFA Europa League, tiene la squadra in corsa per il principale obiettivo stagione e attenua un pizzico di delusione per una classifica un po’ al di sotto delle aspettative in campionato. Dopo la sfida dell’Olimpico il tecnico Stefano Pioli sottolinea che la squadra ha dimostrato di essere superiore ai turchi, mentre Marco Parolo sottolinea come la squadra abbia avuto “lo spirito giusto”; Miroslav Klose, invece, ritrova il sorriso dopo aver segnato il primo gol in stagione.

Stefano Pioli, allenatore Lazio
Il gol sul 2-1 mi ha fatto arrabbiare, avevamo gestito bene la partita fino a quel momento rischiando davvero poco. Nel primo tempo ci è mancata un po’ di precisione ma poi sul 2-0 non ci voleva quella disattenzione. Sono soddisfatto e contento per i miei giocatori, se lo meritano. Hanno dimostrato di essere superiori a un avversario di valore come il Galatasaray. L’atteggiamento della squadra mi è piaciuto molto, siamo stati attenti, concentrati e vogliosi di fare la partita. Tutti hanno fatto molto bene, dando un apporto alla Lazio: è stata la prestazione del collettivo di una squadra che voleva meritare questo passaggio del turno ed essere superiore agli avversari. Cosa ho detto ai miei all’intervallo? Ho detto di continuare a giocare così, questa era la partita che dovevamo fare. Abbiamo lavorato tanto e bene, ero sicuro che avremmo trovato spazi per colpirli. Ho cercato di rincuorarli perché a fine primo tempo i miei ragazzi si aspettavano di essere già in vantaggio. Se non ci fosse stato l’errore sul 2-1 sarebbe stata una partita di altissimo livello.
Speriamo che tutte le italiane passino il turno e speriamo anche di non incontrarle. Il Bayer Leverkusen? Non chiedetemi se voglio incontrarli…

Miroslav Klose, attaccante Lazio
Dobbiamo avere sempre lo stesso atteggiamento tra campionato e UEFA Europa League. Ora guardiamo la prossima avversaria che prendiamo, direi che ci sono grandi squadre e diventa dura vincere.
Era passato un po' di tempo dall'ultimo gol, ero arrabbiato perché non segnavo. Non è cosi semplice, alla soglia dei 38 anni, essere ancora in forza e senza i 90 minuti. Ci provo perché la Lazio ha tre attaccanti forti, deve sempre decidere il mister. Sono a disposizione mi diverto anche solo due minuti.

Marco Parolo, centrocampista Lazio
Mi mancava il gol, sono contentissimo, quando segni e vinci è sempre bello. Abbiamo interpretato bene la partita, soffrendo solo nei primi minuti del secondo tempo. E' stato importante sbloccarla anche se siamo stati ingenui a prendere gol in occasione del 2-1, ma poi siamo stati bravi a richiuderla. La qualificazione è meritata. Giocare in Europa e in Italia è diverso, perchè in Serie A le avversarie si chiudono e non ti lasciano spazio e noi siamo bravi a giocare negli spazi.
Questa squadra ha lo spirito giusto e sta ripartendo, in campionato paghiamo il fatto che abbiamo perso tanti punti nel girone d’andata. Se incontrassimo di nuovo il Bayer Leverkusen? La Lazio è cambiata, non è quella del preliminare di UEFA Champions League. Contro di loro nella partita d’andata abbiamo vinto, al ritorno invece ci è mancata la mentalità europea. In queste partite di UEFA Europa League abbiamo accumulato esperienza, per tutti sarà dura affrontare questa Lazio.

Fernando Muslera, portiere Galatasaray 
Sono stato felice di tornare a Roma e ritrovare diversi amici che sono rimasti qui. Qui sono cresciuto come calciatore e persona visto che quando sono arrivato ero molto giovane. Affrontare la Lazio è stata un’emozione, dispiace non aver vinto, ci era rimasta solo la UEFA Europa League. All’andata abbiamo giocato con tanti giocatori infortunati, qui dovevamo fare per forza qualcosa in più anche se eravamo consapevoli che l’organizzazione difensiva della Lazio. Purtroppo loro hanno sbloccato la gara nel secondo tempo, quando prende fiducia la Lazio dimostra di essere una grande squadra. Dipende da loro dove possono arrivare, hanno una grande squadra, che lotta su ogni pallone. Se giocano come sanno arriveranno lontano, io lo spero.

Felipe Anderson, attaccante Lazio
Questa vittoria aumenta la fiducia, loro sono una squadra forte, abbiamo giocato bene oggi ma anche fuori casa. Noi siamo consapevoli della nostra forza, dobbiamo solo dimostrarlo.